Giornata Mondiale Rifugiato Bologna
(Bolognacares.it)

Palazzo Re Enzo si illuminerà di blu come segno di solidarietà nel tardo pomeriggio di domenica 20 giugno

Il 20 giugno Bologna celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato 2021 con un ricco cartellone di eventi dedicato al diritto di asilo, alla solidarietà e al valore dell’accoglienza.

La manifestazione, organizzata dal Comune di Bologna e Asp Città di Bologna, in collaborazione con BolognaCares!, i gestori del Sistema Integrato di accoglienza, i Comuni aderenti al progetto, Città Metropolitana e Caritas, si svolgerà dal 18 al 22 giugno con tanti eventi, dal vivo e online, in diversi luoghi della città.

Si inaugura domani, venerdì 18 giugno, a Porta Pratello in via Pietralata 58, con la mostra a ingresso libero “Non è importante da dove vengo, non è importante la mia storia – Ritratti di vite sospese tra confini”, promossa dalla Caritas Diocesana di Bologna e visitabile fino al 1 luglio.

Sabato 19, alle 19.30, negli spazi di Salus Space, in via Malvezza 2/2 con Cantieri Meticci e lo spettacolo Hotel Baalbeck, performance frutto di un laboratorio interculturale e dell’incontro tra gli abitanti di Salus Space e i cittadini del Quartiere Savena

Domenica 20 giugno, data ufficiale della Giornata Mondiale del Rifugiato, presso il Cinema Galliera in via Matteotti 27, in collaborazione con Biografilm Festival, alle 17 verrà proiettato “Un giorno la notte”, il documentario di Michele Aiello e Michele Cattani. A seguire, dalle 19 alle 20.30 sul palco del Mercato Sonato in via Tartini 3, il talk “Clinica alla frontiera. La frontiera della clinica”, un dialogo fra clinici e operatori sulla popolazione migrante. Dalle 20.45 alle 23.30 ci saranno in concerto la giovane cantautrice italiana Johan Thiele, l’italo-senegalese Sista Awa e il nigeriano Chris Obehi. Per assistere in presenza è possibile prenotarsi, fino ad esaurimento posti, inviando una mail a: [email protected]. Le esibizioni saranno scandite dai video vincitori del concorso #ilcieloèditutti, la call for artist dedicata al tema della frontiera.
Sarà possibile seguire l’evento anche online dalla pagina Facebook di BolognaCares!.

Sempre domenica 20 giugno, all’imbrunire, la facciata di Palazzo Re Enzo che dà su piazza Maggiore si colorerà di blu. Il Comune di Bologna aderisce, illuminando uno dei palazzi simbolo della città, alla campagna #WithRefugees promossa dall’UNHCR.

Le celebrazioni continuano lunedì 21 giugno alle 16 con il seminario in diretta streaming dalla pagina Facebook di BolognaCares!, dal titolo “L’evoluzione del sistema asilo in Italia: focus sul Progetto SAI dell’Area Metropolitana di Bologna (Governance e Coesione sociale)” con la partecipazione dell’Arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi, di Marco Lombardo, Assessore del Comune di Bologna, di Salvatore Martello, Sindaco di Lampedusa, di Rosanna Favato, Amministratrice Unica di ASP-Città di Bologna, di Alessandra Scagliarini, Prorettrice per le Relazioni Internazionali dell’Università di Bologna e di Emanuela Dal Zotto, docente di Sociologia delle Migrazioni all’Università di Pavia. Alle 21, invece, a Porta Pratello andrà in scena “Promise Land”, lo spettacolo della Compagnia La luna nel Letto ambientato in un distopico anno 2050. Per assistere in presenza è possibile prenotarsi, fino ad esaurimento posti, inviando una mail a: [email protected] .

Infine, martedì 22 dalle 16 alle 18, in diretta streaming dalla pagina Facebook di BolognaCares!, si terrà la presentazione del volume “Ripartire dall’Africa. Esperienze e iniziative di migrazione e co-sviluppo”, Petra Mezzetti e Sebastiano Ceschi (CeSPI) curatori del volume ne discuteranno con specialisti e operatori.

Per approfondire e partecipare a tutti gli eventi visita il sito www.bolognacares.it o scrivi a [email protected].