Imola inaugurazione mostra asilo
L'inaugurazione della mostra (Ufficio Stampa Comune di Imola)

E’ stata allestita a “Salannunziata” in occasione del 50° anniversario della prima sezione comunale di Scuola dell’infanzia e dei 45 anni dall’apertura della prima sezione comunale di Nido d’infanzia

Una mostra accattivante, colorata, allegra e al tempo stesso ricca di spunti pedagogici. E’ quella intitolata “ascoltarti – dare voce ai bambini nei servizi per l’infanzia”, che il Comune di Imola, con il coordinamento del Servizio Infanzia, ha allestito a “Salannuziata” (via F.lli Bandiera,17).

Da poco inaugurata, la mostra è uno dei punti cardine della rassegna “ascoltarti – 1971/2021 – 50 anni con i bambini delle Scuole dell’Infanzia e dei Nidi comunali a Imola” che il Comune ha organizzato, a partire dall’1 ottobre fino al 20 novembre, per festeggiare il 50° anniversario della prima sezione comunale di Scuola dell’infanzia e i 45 anni dall’apertura della prima sezione comunale di Nido d’infanzia ad Imola.

Al taglio del nastro erano presenti il sindaco Marco Panieri, il vice sindaco ed assessore alla Scuola, Fabrizio Castellari, Barbara Molinazzi, coordinatrice pedagogica Servizio Infanzia, Daniele Chitti, responsabile Servizio Infanzia, Daniela Spadoni, assessore al Welfare, il presidente del Consiglio comunale, Roberto Visani e il presidente e il vice presidente della Fondazione Istituzioni Riunite, Edore Campagnoli e Davide Di Marco.

In 50 giorni vengono proposte 28 iniziative: si tratta di 2 mostre, 6 letture e laboratori per bambini, 8 iniziative di animazione per bambini, 3 incontri per gli adulti e 9 eventi pubblici, fra cui quello conclusivo, il 20 novembre nel teatro comunale ‘Stignani’, con la presenza, fra gli altri, del presidente della Regione, Stefano Bonaccini e dello scrittore Carlo Lucarelli, insieme al sindaco Marco Panieri e al vice sindaco e assessore alla scuola Fabrizio Castellari.

“Questi due importanti anniversari per i servizi comunali all’infanzia rappresentano un traguardo molto significativo che qualifica i nostri servizi. Un sincero e profondo ringraziamento va a tutti coloro che, anche con grande coraggio, hanno lavorato e si sono impegnati per raggiungere questo traguardo, che è il frutto di un gioco di squadra che ha avuto per protagonisti i bambini, le famiglie e il personale comunale e che rappresenta l’occasione da un lato per condividere le radici della nostra storia e dall’altro per guardare al futuro dei servizi stessi, partendo dai diritti dei bambini” ha affermato il sindaco Marco Panieri, nel corso dell’inaugurazione della mostra.

Da parte sua, il vice sindaco Fabrizio Castellari ha sottolineato: “questa è una storia bellissima e di tanto coraggio che, partendo da figure come i sindaci di allora Amedeo Ruggi e Enrico Gualandi, vuole essere anche l’occasione per riproporre il ruolo dei servizi comunali come punto di riferimento e strumento operativo delle politiche per l’infanzia dell’Amministrazione comunale, all’interno del generale sistema integrato pubblico-privato esistente nella nostra città nel settore d’istruzione 0/6 anni, con l’impegno di tutti, a partire dal Comune, affinché i servizi 0/6 continuino a crescere nonché a rappresentare un presidio di grande qualità offerto alle famiglie di oggi e di domani”.