Imola millumino meno
(©Shutterstock.com)

In serata abbassata l’illuminazione della piazza Matteotti; prosegue intanto il piano di messa a dimora di 147 alberi

Anche quest’anno il Comune di Imola aderisce all’iniziativa “M’illumino di meno”, la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata nel 2005 da Caterpillar, una trasmissione di Radio2 Rai,per chiedere ai propri ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili.

Quest’anno la giornata scelta per questa iniziativa simbolica per ricordare che il risparmio energetico è un’azione fondamentale per la salvaguardia del pianeta è venerdì 26 marzo.

Oltre a spegnere le luci che non sono indispensabili, l’invito di Caterpillar è piantare un albero, perché gli alberi si nutrono di anidride carbonica. Gli alberi sono lo strumento naturale per ridurre la principale causa dell’aumento dei gas serra nell’atmosfera terrestre e quindi dell’innalzamento delle temperature, emettono ossigeno, filtrano le sostanze inquinanti, prevengono l’erosione del suolo, regolano le temperature: sono macchine meravigliose per invertire il cambiamento climatico che sta verificandosi sul pianeta terra.

Luci spente in piazza Matteotti e nuovi alberi messi a dimora – Il Comune di Imola ha aderito riducendo a scopo dimostrativo sia i consumi energetici dell’illuminazione pubblica sia mettendo a dimora nuovi alberi.

In particolare questa sera, venerdì 26 marzo, sera verrà abbassata l’illuminazione della piazza Matteotti, spegnendo i 4 fari e i candelieri installati sulla facciata di Palazzo Comunale.

Il Comune sta inoltre provvedendo alla piantumazione, già in corso da parte di Area Blu spa, di 147 alberi fra cui lecci, gelsi, pioppi bianchi, platani, cipressi e frassini.