Rifiuti
(Shutterstock.com)

In febbraio nel centro storico della città adesivi gialli saranno posizionati sui sacchi esposti in modo non conforme, che non verranno raccolti

Dopo la due giorni di tutoraggio alle isole ecologiche della città promosse nel mese di dicembre per sensibilizzare a un uso corretto dei servizi per la raccolta rifiuti a disposizione a Imola, proseguono le iniziative del Comune di Imola, in collaborazione con Hera e le Guardie Ambientali Metropolitane per contrastare l’abbandono dei rifiuti.

A fronte di tanti cittadini virtuosi, vi sono infatti ancora persone che non conferiscono i loro rifiuti correttamente e non si fanno scrupolo di abbandonare sacchi su suolo pubblico, per lo più a fianco dei contenitori stradali.

In particolare, nel centro storico si verificano numerosi episodi di errata esposizione nell’ambito del porta a porta: non vengono rispettati gli orari e le giornate programmate.

Per questo, l’amministrazione comunale ed Hera hanno condiviso che nel mese di febbraio, dall’1 al 25, gli operatori incaricati non raccoglieranno i sacchi di indifferenziato, carta e plastica esposti ma non corrispondenti alla raccolta della giornata e vi apporranno sopra un adesivo giallo per segnalare l’errore con l’indicazione all’utente di riprenderli. I sacchi che, nonostante questa disposizione, rimarranno su suolo pubblico saranno in ogni modo raccolti dal servizio di spazzamento il giorno successivo.

Inoltre, grazie alla convenzione in essere tra il Comune di Imola e le Guardie Ambientali Metropolitane, proseguiranno i sopralluoghi di queste ultime insieme alle ditte incaricate da Hera per lo svolgimento dei servizi di raccolta, che già si svolgono periodicamente da un paio di anni, nei punti più critici per gli abbandoni, con l’obiettivo di individuare i responsabili.

Si ricorda che a Imola sono circa 400 le multe staccate nel corso del 2021 grazie anche a queste azioni, multe che hanno l’obiettivo di sensibilizzare chi le riceve ad attenersi alle regole e a rispettare il decoro pubblico.

“Questa campagna di sensibilizzazione e informazione – commenta l’assessora all’Ambiente, Elisa Spadaprosegue l’impegno condiviso di Comune ed Hera nel contrasto all’abbandono dei rifiuti e verso una migliore differenziazione degli stessi. Riteniamo fondamentale il lavoro sul piano culturale che ci permette di crescere come comunità nella consapevolezza che solo con la collaborazione di tutte e tutti possiamo migliorare”.

È importante rimarcare che per garantire il decoro della città è inderogabile che tutti mettano in atto comportamenti responsabili: quindi differenziare bene, esporre in maniera corretta e ai giusti orari i propri rifiuti, avviare i rifiuti al corretto recupero o smaltimento secondo le diverse tipologie e utilizzare correttamente i numerosi servizi che Hera mette a disposizione dei cittadini.

Si ricordano quindi le principali regole per una corretta raccolta dei rifiuti con il porta a porta nel centro storico: indifferenziato – la frazione residua, quella che rimane dopo aver separato le materie differenziabili, va esposta nel bidoncino grigio fornito da Hera, il lunedì, tra le 19 e le 24. Il contenitore deve poi essere ritirato entro le 10 del martedì mattina; carta e cartone – vanno esposti tra le 19 e le 24 del martedì. La prima va riposta negli appositi sacchi azzurri, i cartoni possono essere invece lasciati all’esterno, ripiegati e impilati ordinatamente. Le attività commerciali devono invece esporre il cartone il martedì e venerdì dalle 12 alle 13, anche in questo caso ripiegato e ordinato; imballaggi in plastica e lattine – vanno esposti il mercoledì all’interno dei sacchi gialli forniti da Hera. Anche in questo caso l’orario di esposizione va dalle 19 alle 24. Gli orari indicati servono per non ingombrare la strada per più tempo del necessario.

Occorre ribadire che i contenitori di organico e vetro sono destinati esclusivamente a queste due frazioni: il loro uso improprio non solo rappresenta un atto illecito, ma vanifica l’impegno dei cittadini che separano correttamente i rifiuti. Riempiendo impropriamente i contenitori, questi diventano inutilizzabili per il loro uso originario con la conseguenza che si generano ulteriori abbandoni.

Si sottolinea infine che gli escrementi dei cani devono essere insacchettati e conferiti nei cestini (nel centro storico e nei viali se ne contano ben 160) oppure inseriti nei fori appositamente presenti nei cassonetti dell’indifferenziato.

Per chi ne fosse ancora sprovvisto, si ricorda che le tessere dei servizi ambientali che servono ad aprire i cassonetti della raccolta differenziata a Imola possono essere ritirate esclusivamente agli sportelli tessere di Hera aperti alla stazione ecologica di Imola, in via Brenta 4 (traversa di via Lasie), il sabato dalle 15.00 alle 18.00, e al Borghetto (Mercato coperto), via Rivalta, 1° piano, il mercoledì e il giovedì dalle 9.00 alle 12.00. Agli sportelli, insieme alla coppia di tessere in dotazione vengono consegnati anche la pattumella per l’organico, i sacchetti compostabili e, per il servizio di raccolta porta a porta, attivo nel centro storico della città, i sacchi azzurri per la carta, i sacchi gialli per la plastica e i bidoncini grigi individuali per i rifiuti indifferenziati.

Per ogni dubbio su come fare la raccolta differenziata, è a disposizione l’app di Hera “Il Rifiutologo”, scaricabile gratuitamente e che si interfaccia anche con Alexa.