Veicoli elettrici Hera Bologna
(©Massimo Gennari)

Il veicolo è appena entrato in funzione nel centro storico della città: è il primo nel suo genere in Italia

I servizi ambientali del Gruppo Hera sono sempre più sostenibili e a Bologna la multiutility, tra le principali in Italia e primo operatore nazionale per rifiuti trattati, mette a segno un nuovo primato a tutela dell’ambiente e, in particolare, del centro storico della città: da qualche giorno è in funzione nelle strade principali del cuore di Bologna il primo mezzo pesante totalmente elettrico per la raccolta dei rifiuti, per ora unico nel suo genere in Italia. Si tratta di un veicolo a cabina ribassata sul quale per la prima volta è stata installata l’attrezzatura per la raccolta dei rifiuti. La decisione di sperimentare questa tecnologia su un mezzo pesante è considerata un test per verificare l’eventuale allargamento su altri mezzi dello stesso genere.

Per le vie più strette del centro, poi, il mezzo pesante sarà sostituito da un veicolo più piccolo dotato di una vasca posteriore, anch’esso completamente elettrico, che entrerà in servizio da luglio. Sotto le Due Torri è più green anche la pulizia, grazie alla spazzatrice elettrica della Cooperativa Brodolini, partner dei servizi ambientali di Hera, attiva dal 2023 per sei mesi all’anno, da maggio a ottobre, che si occupa quotidianamente della pulizia del centro storico.

I nuovi mezzi elettrici in servizio a Bologna rientrano nella strategia che il Gruppo Hera ha delineato nel Piano industriale 2024-2027, prevedendo 6 milioni di euro di investimenti per aumentare la propria flotta elettrica di 250 veicoli leggeri di piccole e medie dimensioni, e avviando la sperimentazione di questa tecnologia anche sui mezzi pesanti come appunto quello per la raccolta dei rifiuti.

Oggi le colonnine della multiutility ricaricano 42 veicoli elettrici: tra questi, alcuni sono a disposizione dei dipendenti per l’uso condiviso negli spostamenti in città e altri sono utilizzate dagli accertatori dei servizi ambientali.

L’entrata in servizio dei nuovi mezzi elettrici a Bologna è stata l’occasione per fare il punto sulla flotta sostenibile del Gruppo Hera: una selezione di veicoli è stata presentata in Piazza Nettuno dal Direttore centrale servizi ambientali e flotte della multiutility, Giulio Renato, con l’assessore comunale a lavori pubblici, manutenzione e pulizia della città, Simone Borsari.

“I veicoli elettrici nelle aree densamente popolate sono un elemento chiave per raggiungere gli obiettivi del progetto Bologna Carbon Neutral 2030 – afferma Giulio Renato, Direttore centrale servizi ambientali e flotte del Gruppo Hera e rappresentano un’opzione promettente per contribuire alla diversificazione energetica e al raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra. Abbiamo deciso di investire per il rinnovo tecnologico della nostra flotta che entro il 2030 sarà al 30% elettrica. Nel Piano industriale 2024-2027 abbiamo previsto 250 veicoli elettrici in più. Inoltre, abbiamo quasi 700 veicoli a carburante alternativo tra ibrido, gpl e metano, e abbiamo già iniziato il percorso di avvicinamento al biocarburante HVO, ottenuto da materie prime rinnovabili di origine vegetale, perché crediamo fortemente nell’innovazione e nella ricerca di tecnologie all’avanguardia per rendere i servizi erogati più efficienti, con elevati standard di qualità e sempre più sostenibili, in linea con gli obiettivi comunitari, nazionali e locali, a cui il Gruppo, in piena sintonia con il Comune di Bologna, dedica una attenzione molto alta”.

“Agli importanti sforzi messi in campo da Comune e Hera in questi anni con lo Spazzino di Quartiere ed ulteriori potenziamenti di frequenza e qualità dei servizi ambientali in città, che stanno producendo risultati positivi e apprezzati dalla cittadinanza – dichiara Simone Borsari, assessore comunale a lavori pubblici, manutenzione e pulizia della cittàsi aggiunge un significativo investimento di Hera sulla sostenibilità dei mezzi di raccolta. L’efficacia delle azioni di tutela del decoro urbano si accompagna quindi sempre di più alla sostenibilità ambientale. Un importante segnale nella lotta alle emissioni climalteranti, in perfetta sintonia con gli interventi che sta mettendo in campo il Comune, perché oltre ad una città più pulita vogliamo anche respirare un’aria più pulita”.

Pulizia e raccolta dei rifiuti in centro a Bologna sempre più riconoscibile e green

Il mezzo pesante totalmente elettrico è di proprietà del Gruppo Hera da febbraio e, dopo la formazione degli operatori e la predisposizione dell’infrastruttura di ricarica, viene ora utilizzato per il servizio di raccolta dei rifiuti urbani nel centro storico di Bologna. In questo periodo inizia inoltre l’affiancamento della vasca elettrica, un mezzo più snello per la raccolta dei rifiuti nelle vie più piccole del centro. La spazzatrice elettrica è invece in funzione dal 2023 per sei mesi l’anno, quelli più frequentati: quest’anno ha iniziato il servizio il 25 aprile e ogni giorno della settimana, dalle 13 alle 19.30, si occupa di mantenere la pulizia nelle zone più frequentate del centro storico.

Il forte impegno nella sostenibilità è ancora più visibile grazie alla decorazione che “veste” i veicoli operanti nel bacino di Hera e ha il compito di divulgare un messaggio di engagement e consapevolezza sull’importanza della raccolta differenziata, con la frase “Dei rifiuti non si butta via niente”, a sottolineare che questi materiali non vanno sprecati perché sono a tutti gli effetti una risorsa.