Bologna presepe arte

Relatrice dell’iniziativa sarà Rosa Giorgi, direttrice del Museo dei Cappuccini di Milano

Venerdì 3 dicembre (ore 19), nella basilica Santo Stefano la storica dell’arte Rosa Giorgi terrà una conferenza sull’iconografia della Natività, ispirata al suo recente saggio Il presepe nell’arte (Edizioni Terra Santa 2021, p. 368, euro 34).

Quella della nascita di Cristo è una delle raffigurazioni più presenti nell’iconografia cristiana. Fin dai primi secoli, le rappresentazioni simboliche e narrative hanno fondato il loro contenuto teologico sulle tradizioni orali e, successivamente, sulle fonti scritte, apocrife e canoniche, in particolare il Vangelo di Luca. Il termine latino praesepium (in italiano presepio o presepe), significa mangiatoia, ma per la tradizione popolare, alimentata dalla devozione, il presepe è inteso quale ricostruzione visiva, anche familiare e domestica, di tale evento.

L’autrice, esperta di iconografia e iconologia cristiana, propone un percorso alla scoperta della narrazione artistica dell’evento della nascita di Gesù.

Questo viaggio nell’iconografia della Natività esplora il tema del presepe seguendo il filo rosso dei suoi elementi principali: la mangiatoia, gli angeli, i pastori, la stella, i Magi, la notte, i doni, la grotta… e molti altri. E nel dipanarsi di questo filo si scopre quanto i testi apocrifi siano stati determinanti per la sacra rappresentazione, perché ricchi di dettagli narrativi, spesso poetici. Pale d’altare, grandi imprese ad affresco o a mosaico, trittici in avorio, piccole tavole per la devozione domestica e pagine miniate.

Nella stessa giornata ci sarà inoltre la possibilità di visitare nella chiesa della Ss. Trinità, che si trova all’interno del complesso dove avviene la presentazione, la Mostra Betlemme, culla del Messia.

Costituita da una ventina di pannelli, l’esposizione si sviluppa in quattro sezioni dedicate alla storia di Betlemme, alla nascita di Gesù, ai luoghi più significativi e i santuari, all’attualità della piccola città palestinese.

La Mostra sarà visitabile gratuitamente fino a domenica 9 gennaio 2022.

Iscrizione gratuita alla conferenza

www.fondazioneterrasanta.it