Bologna-arresti
Diversi arresti e denunce nell'ambito del controllo del territorio da parte delle forze dell'ordine di Bologna (Fonte Ufficio Stampa Carabinieri)

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bologna e della Compagnia Bologna Centro hanno eseguito quattro arresti e due denunce durante i servizi di controllo del territorio

E’ finito in manette un 40enne olandese colpevole di evasione dagli arresti domiciliari e rapina. L’uomo è stato arrestato dai militari per essersi allontanato dagli arresti domiciliari e aver aggredito gli addetti alla sicurezza del “Centro San Ruffillo” di Via Amilcare Ponchielli che lo avevano visto rubare un paio di occhiali da sole.

Arrestato anche un 43enne italiano, senza fissa dimora, in esecuzione di un’ordinanza applicativa di misure cautelari. L’uomo, già sottoposto alla misura del divieto di dimora nella Città Metropolitana di Bologna, come conseguenza di una resistenza a un pubblico ufficiale e lesioni personali, perpetrate il mese scorso davanti a un centro commerciale di via Fioravanti, è stato arrestato dalle forze dell’ordine e tradotto in carcere a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Guai anche per un 28enne polacco denunciato per aver opposto resistenza ai militari intervenuti per sedare una lite familiare: durante l’intervento, un Carabiniere è stato raggiunto da un pugno al volto sferratogli dal giovane che non voleva farsi identificare. Soccorso dai sanitari del 118, il militare ha ricevuto 25 giorni di prognosi.

Fra gli interventi effettuati dai Carabinieri della Compagnia Bologna Centro si segnala l’arresto di un 45enne italiano in esecuzione di un’ordinanza applicativa di misure cautelari. L’uomo, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per tentato omicidio è stato tradotto in carcere a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Gli stessi militari hanno arrestato anche un 46enne italiano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo è finito in manette durante una perquisizione domiciliare eseguita dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Bologna, finalizzata al contrasto del traffico di droga nel Quartiere Bologna San Donato-San Vitale. E’ stato trovato in possesso di una quarantina di grammi di droga (hashish e marijuana) e di materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente.

Denunciato infine un 58enne per violenza e minaccia a un pubblico ufficiale. L’uomo italiano, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, ha aggredito verbalmente i Carabinieri della Stazione Bologna Navile recatisi a casa sua per un controllo di routine assieme ai militari del 121° Reggimento Artiglieria Contraerea “Ravenna” con cui stavano controllando il territorio nel contesto di “Operazione Strade Sicure”. Durante le verifiche finalizzate ad accertare l’osservanza delle prescrizioni imposte dall’organo giudicante, il 58enne si è infuriato con gli operanti quando si sono accorti che lo stesso nascondeva una donna sotto il letto. Invitata a uscire, la donna, è stata identificata in una 42enne italiana.