Carabinieri controlli piazze centro Bologna
(©Ufficio Stampa Carabinieri)

Sanzioni per il mancato rispetto delle regole anti Covid a Bologna ma anche a Imola, San Lazzaro, Molinella e altri Comuni del territorio bolognese

Nella giornata di venerdì, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bologna, durante i servizi di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, hanno identificato migliaia di persone e controllato un centinaio di esercizi pubblici.

Soltanto a Bologna, nella serata del 26, una trentina di Carabinieri della Compagnia Bologna Centro, coadiuvati dagli Agenti della Polizia Locale, hanno proceduto all’identificazione di quasi 300 giovani, tutti maggiorenni e “sgomberato” tre piazze del centro, in particolare San Francesco, Santo Stefano e Giuseppe Verdi che erano state prese d’assalto da centinaia di ragazzi che volevano trascorre la serata divertendosi, senza rispettare le misure di sicurezza previste dalla normativa, come l’obbligo di indossare la mascherina di protezione, il mantenimento del distanziamento sociale e soprattutto il divieto di spostarsi tra le ore 22 e le ore 5.

Alla vista degli operanti che si preparavano a entrare nelle piazze per procedere ai controlli, molti giovani si sono dati alla fuga perché consapevoli di aver infranto le disposizioni anti Covid-19. Tra questi, quarantatré ragazzi sono stati raggiunti, identificati e sanzionati con importi di 400 euro a testa per un totale di 17.200 euro.

Una decina di sanzioni sono state inflitte anche in Provincia di Bologna, dove i Carabinieri delle Compagnie dislocate sul territorio (Imola, San Lazzaro di Savena, Molinella, San Giovanni in Persiceto, Borgo Panigale e Vergato) hanno allestito centinaia di posti di controllo per verificare gli spostamenti degli automobilisti.