Bologna prodotti senza etichetta
(Ufficio Stampa Comune di Bologna)

Arancini, pizze e cannoli in vendita in un negozio del centro. Più di 4.000 euro di multa al titolare

Più di 60 chili di prodotti sequestrati e oltre 4.000 euro di multa: è il risultato di un controllo della settimana scorsa della Polizia Locale in un esercizio di vicinato di alimentari e gastronomia del centro storico di Bologna.

Gli agenti del reparto di Polizia Commerciale, entrati nel negozio, hanno rilevato che tutti i prodotti freschi in vendita erano privi delle indicazioni obbligatorie sugli ingredienti e allergeni, elemento molto importante a tutela della salute del consumatore. È quindi scattato l’immediato sequestro della merce: circa 40 chili di prodotti salati (200 tra panzerotti, arancini, pizze, calzoni) e oltre 20 chili di dolci (150 tra cannoli, brioche e zeppole).

In più gli agenti hanno registrato altre irregolarità, tra cui il mancato rispetto della normativa antiCovid: in tutto il titolare dovrà pagare una multa di oltre 4.000 euro.

L’esposizione dell’elenco degli ingredienti e degli allergeni su tutti i prodotti senza etichetta è un obbligo per ogni operatore del settore alimentare: se non è visibile, la Polizia Locale invita i consumatori a richiederlo all’esercente e a diffidare di chi non lo espone.