Carabinieri coltello sequestrato
(Ufficio Stampa Carabinieri)

Una discussione legata a vecchi rancori avrebbe scatenato il gesto di un 50enne

I Carabinieri della Stazione Bologna Mazzini hanno denunciato un 50enne italiano per lesioni personali gravi e porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere.

E’ successo alle ore 18.20 di ieri quando la Centrale Operativa Carabinieri di Bologna è stata informata che una persona residente in via Luigi Pirandello era stata accoltellata dal suo vicino di casa. Il malcapitato, 56enne italiano, è stato soccorso dai sanitari del 118 e trasportato d’urgenza al Pronto Soccorso del Policlinico Sant’Orsola Malpighi, dove è stato medicato per le ferite da taglio ricevute da diverse coltellate che il suo vicino di casa gli aveva inferto durante una discussione nata da futili motivi, verosimilmente legati a vecchi rancori che i due non erano riusciti a risolvere pacificamente nel corso del tempo.

Alla vista dei militari, l’autore dell’accoltellamento si è avvicinato, ammettendo le proprie responsabilità e consegnando l’arma del delitto, un coltello di piccole dimensioni ma ben affilato. Il 56enne è stato dimesso con una prognosi di 30 giorni.