Carabinieri santagata liquido infiammabile
(Ufficio Stampa Carabinieri)

L’uomo avrebbe chiesto un altro alloggio popolare stanco del vicino di casa rumoroso

Alle ore 12.30 di ieri, i Carabinieri della Stazione di Sant’Agata Bolognese sono intervenuti nell’ufficio del Vice Sindaco per negoziare la resa di un 45enne italiano che minacciava di darsi fuoco con del liquido infiammabile che si era portato dietro all’interno di una bottiglietta di plastica da 500 ml.

Tranquillizzato dai militari, preparati in questo tipo d’interventi che richiedono tecniche di comunicazione particolari, l’uomo ha collaborato, consegnando la bottiglietta, scusandosi per l’accaduto e dicendo di aver agito in quel modo perché pretendeva che gli fosse assegnato un altro alloggio popolare, in sostituzione di quello attuale che non gli andava più bene a causa del vicino rumoroso.