Bmw-incidentata-Castel-San-Pietro
(Ufficio Stampa Carabinieri)

I Carabinieri della Stazione di Dozza hanno denunciato un 34enne moldavo per guida sotto l’influenza dell’alcol

E’ successo alle 17.30 di ieri quando la Centrale Operativa Carabinieri della Compagnia di Imola è stata informata che in via Giuseppe Tanari a Castel San Pietro Terme si era verificato un incidente stradale frontale tra due veicoli, un 34enne moldavo alla guida di una BMW 520 e un uomo e una donna italiani, sulla sessantina, a bordo di una Volkswagen Polo.

Sottoposto all’alcoltest, il 34enne moldavo è risultato positivo con un tasso alcolico di 3,05 g/l, un valore talmente alto che può provocare allucinazioni, cessazione dei riflessi, incontinenza, vomito e coma con possibilità di morte per soffocamento da vomito.

Impressionati dall’esito ottenuto, i Carabinieri hanno chiesto chiarimenti al conducente e lui, consapevole della situazione, ha riferito serenamente che il valore ottenuto dal test rappresentava “soltanto” i postumi della sbornia della sera prima.

L’automobilista ubriaco, fortunatamente illeso, è stato sottoposto al ritiro della patente di guida e al sequestro della sua BMW 520 ai fini della confisca. La donna a bordo dell’altro veicolo è rimasta ferita. Soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata in condizioni di media gravità al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Imola ha ricevuto 20 giorni di prognosi.