Carabinieri bonghi sequestrati
(Ufficio Stampa Carabinieri)

I due suonatori di bonghi sono stati sanzionati anche per il mancato rispetto del coprifuoco

Nella giornata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bologna hanno identificato 809 persone, controllato 533 veicoli e 91 esercizi pubblici.

A Bologna, una ventina di Carabinieri della Compagnia Bologna Centro, impegnati a vigilare le principali piazze del centro, nell’ambito dei servizi di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, hanno sanzionato 23 giovani, alcuni perché si erano rifiutatati di indossare la mascherina di protezione, nonostante gli inviti dei militari a far uso dei dispositivi di protezione individuale, altri perché non volevano tornare a casa entro l’orario previsto dalla normativa.

Tra questi, sono finiti nei guai anche due suonatori di bonghi, un 35enne brasiliano e un 31enne italiano, residenti a Bologna, che alle ore 23.40 stavano suonando in Piazza Antonio Scaravilli.

Oltre alla sanzione di 400 euro a testa, i due artisti di strada sono stati denunciati all’Autorità giudiziaria per disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone. Gli strumenti musicali che stavano suonando sono stati sequestrati dai Carabinieri della Stazione Bologna.