Imola autodromo pazienti montecatone
(Ufficio Stampa Montecatone)

Emozionante giornata di prove in pista per una decina di ex pazienti dell’Istituto di Montecatone

Emozione, adrenalina e voglia di mettersi alla prova sono le sensazioni che una decina di ex pazienti con lesione midollare hanno potuto provare all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Grazie al supporto di “Guidare Pilotare” di Siegfried Stohr, che ha messo a disposizione i propri istruttori e vetture BMW allestite con ausili di guida, gli ex pazienti di Montecatone hanno potuto cimentarsi con la formazione e la pratica di guidare in sicurezza, il tutto sulla pista che da poco ha visto il ritorno della Formula 1.

Un’esperienza che è stata molto apprezzata e si sta lavorando perché si possa ripetere, insieme ad altri progetti che l’Istituto di Montecatone e Formula Imola stanno approfondendo.

Visto il suo valore sociale e inclusivo l’iniziativa ha goduto dell’appoggio di BMW Italia che l’ha inserita nel suo progetto “SpecialMente”.

Marco Di Gregorio, corporate communication manager BMW Italia: “BMW Italia ha deciso di dare visibilità a questa iniziativa proposta dal concessionario di Imola Turbosport che vede assieme l’Istituto e la Fondazione di Montecatone e l’Autodromo di Imola. Le attività di guida sicura e inclusione sociale sono infatti due dei pilastri di “SpecialMente”, il nostro programma di responsabilità sociale che già da vent’anni racconta le iniziative, le idee, i momenti particolari del mondo BMW”.

Mario Tubertini, Direttore generale dell’Istituto di Montecatone: “La collaborazione tra l’Istituto e l’Autodromo di Imola nel corso degli anni si è articolata in varie forme, dalle gare di Handbike al nostro “Percorso di orientamento alla guida” che ogni mese permette ai nostri pazienti di sperimentare, prima della dimissione, l’esperienza di guida su auto adattate. Il tema della guida sicura è un ulteriore tassello per offrire ai nostri pazienti e in generale a tutte le persone con lesione midollare la possibilità di acquisire ulteriori competenze per affrontare in sicurezza situazioni di pericolo e imprevisti che la strada a volte ci presenta.  Ringrazio per questa opportunità l’Autodromo di Imola, BMW Italia e Turbosport e mi auguro che questa attività possa diventare un ulteriore opportunità di collaborazione”.

Pietro Benvenuti, Direttore Autodromo: “L’Istituto di Montecatone e l’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari sono due eccellenze del territorio e siamo orgogliosi che il nostro rapporto di collaborazione anno dopo anno vada sempre più consolidandosi. Questa giornata, con la partnership di BMW Italia e della concessionaria Turbosport, è un altro importante segnale di come la nostra struttura possa essere utilizzata oltre l’aspetto racing vero e proprio, dando la possibilità di far provare la nostra pista, in totale sicurezza, a persone con disabilità fisiche, al volante di vetture dotate di comandi speciali. Da sempre Formula Imola è particolarmente attenta alle tematiche sociali e stiamo già lavorando insieme a Montecatone per portare sempre più iniziative di questo genere in autodromo”.