Donna vittima di violenza
(Archivio Ufficio Stampa Carabinieri)

I Carabinieri delle Stazioni di Altedo e Sasso Marconi hanno arrestato un 47enne e un 23enne per maltrattamenti in famiglia

I fatti sono avvenuti in circostanze diverse, ma in entrambi i casi, i Carabinieri sono intervenuti su richiesta del 112 che era stato allertato dalle telefonate dei cittadini che avevano sentito le due donne urlare e chiedere aiuto.

Le segnalazioni dei cittadini alle stazioni Carabinieri e al numero di emergenza 112 sono fondamentali per consentire all’Arma di intervenire rapidamente e mettere in salvo le vittime prima che le situazioni possano degenerare.

Ad Altedo di Malalbergo, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un 47enne italiano per aver aggredito l’ex moglie, convivente, durante una lite scaturita dalla gelosia che aveva provato scoprendo che la donna aveva partecipato a una cena con alcune colleghe di lavoro. L’uomo ha reagito in maniera violenta e la donna è rimasta ferita assieme al figlio che ha tentato di difenderla ostacolando il padre. Mamma e figlio sono stati soccorsi dai sanitari del 118 e trasportati in ospedale.

A Sasso Marconi, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un 23enne moldavo per aver aggredito la sua fidanzata, convivente, durante una discussione scaturita da futili motivi. Nella circostanza, il giovane moldavo si è scagliato contro la donna e le ha strappato diverse ciocche di capelli. Spaventata e dolorante, la malcapitata ha fatto cadere a terra in maniera accidentale il neonato che teneva in braccio. Mamma e figlio sono stati soccorsi dai sanitari del 118 e trasportati in ospedale.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, il 47enne italiano e il 23enne moldavo sono stati tradotti in carcere.