Canile
(Shutterstock.com)

Gli 80 mila euro per il canile sono finanziati dall’Amministrazione comunale grazie ad uno specifico lascito mentre gli 80 mila euro per il gattile provengono dalla Regione Emilia-Romagna

La giunta comunale ha approvato il progetto definitivo/esecutivo dei lavori di adeguamento strutturale, manutenzione straordinaria ed ampliamento delle strutture adibite a canile e gattile.

Redatto da Area Blu S.p.a., il progetto presenta un quadro economico complessivo di € 160.000 euro, che saranno finanziati per 80.000 euro dal Comune e per i restanti 80.000 da un co-finanziamento della Regione Emilia Romagna. Infatti, a seguito di un lascito testamentario a favore del Comune di Imola di 80 mila euro, che risulta vincolato all’utilizzo delle risorse per finalità di interventi sulla sola struttura di ricovero e custodia dei cani, l’Amministrazione Comunale ha deciso di realizzare un intervento unitario su entrambe le strutture di ricovero – sia il canile che il gattile – utilizzando un contributo della Regione Emilia Romagna, mirato proprio a interventi strutturali in canili e gattili pubblici, che co-finanzia le opere per una percentuale pari al 50% del costo complessivo di intervento.

Il progetto, che prevede interventi di manutenzione ed un riassetto degli spazi, in conformità a quanto indicato dalla più recente normativa della Regione in materia di “Requisiti strutturali e gestionali per le strutture di ricovero e custodia di cani e gatti, oasi e colonie feline, ha avuto il parere favorevole del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl di Imola.

“L’intervento di ristrutturazione è l’occasione per migliorare ulteriormente la qualità di vita di cani e gatti presenti nella struttura e si inserisce in un percorso gestionale virtuoso che sta facendo la Cooperativa Coala. Ad oggi i cani in struttura sono circa 70, contro i 200 di capienza della struttura e questo è possibile grazie al lavoro importante che viene fatto sul fronte adozioni” spiega Elisa Spada, assessora all’Ambiente

“Avevamo una donazione vincolata ai lavori per il canile e utilizzando anche un finanziamento della Regione potremo realizzare opere importanti di ristrutturazione anche del gattile, intervenendo anche sulla strada e realizzando inoltre un impianto fotovoltaico senza nessun costo per l’Amministrazione comunale” aggiunge da parte sua Pierangelo Raffini, assessore ai Lavori pubblici.

Per quanto riguarda il canile, fra gli interventi in programma ci sono la manutenzione delle recinzioni esistenti e la loro integrazione con nuovi tratti; manutenzione/sostituzione di alcuni infissi della palazzina servizi; manutenzione di alcuni cancelli di accesso ai box che risultano danneggiati; il ripristino e risanamento di intonaci interni ed esterni; sistemazione di alcuni box dismessi per il loro riutilizzo. Infine, il montaggio, nei box più esposti alle piogge quando tira vento forte, di strutture che consentano agli animali la possibilità di essere completamente riparati anche durate i giorni di maltempo.

Per il gattile si segnalano la sistemazione di reti di recinzione; la revisione degli infissi; la sostituzione della piccola struttura prefabbricata esterna attualmente adibita ad ufficio/deposito con una di dimensioni maggiori destinata a ricovero per gli animali e a deposito, l’inserimento, sulla nuova struttura, di una dotazione minima di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia da fonti rinnovabili; l’adeguamento del locale da destinare a spazio per pulizia, lavaggio e disinfezione di materiali e attrezzature attraverso la realizzazione di una pavimentazione facilmente pulibile; la predisposizione di un punto presa per l’acqua corrente da realizzare esternamente.

All’esterno delle recinzioni che delimitano il canile e il gattile verrà inoltre realizzata una piazzola adibita a spazio per lo stoccaggio dei rifiuti prodotti da entrambe le strutture.

Infine i servizi del verde e della manutenzione di Area Blu realizzeranno lavori in economia, previsti dal progetto, ma fuori dall’appalto, in specifico relativi alla realizzazione di due punti presa acqua nel gattile ed al taglio di alcuni alberi che, in prossimità della recinzione del canile, stanno danneggiando le recinzioni stesse oltre a sollevare, con le radici, le pavimentazioni in asfalto dei camminamenti di accesso ai box.