Monopattino
(Shutterstock.com)

Divieto di sosta sui marciapiedi, velocità massima a 20 km orari e obbligo di casco solo per i minorenni

Se finora i monopattini potevano circolare solo sulle strade urbane e, fuori città, solo sulle piste ciclabili, questa limitazione è stata annullata. Con la Legge 9 novembre 2021 n°156, approvata il 4 in Senato, viene infatti affermato esplicitamente che questi mezzi possono circolare “dovunque sia consentita la circolazione dei velocipedi“.

Tra le altre novità approvate vi sono:

  • l’obbligo degli indicatori di direzione e di freno a partire dall’1 luglio 2022 sui mezzi di nuova commercializzazione e l’adeguamento entro il 1° gennaio 2024 per quelli già in circolazione;
  • la diminuzione della velocità massima, che scende da 25 a 20 km/h (nelle aree pedonale resta a 6 km/h);
  • il divieto di sosta sui marciapiedi, salvo che nelle aree appositamente adibite dai comuni. Per quanto riguarda i monopattini a noleggio, si introduce l’obbligo di scattare una fotografia, per dimostrare che siano stati parcheggiati correttamente (è una funzione già prevista dalla maggior parte dei servizi di noleggio). Si specifica anche che i monopattini non possono circolare sui marciapiedi, dove possono soltanto essere accompagnati a mano, e si sottolinea il divieto di circolazione contromano, “salvo che nelle strade con doppio senso ciclabile”. I Comuni dovranno disciplinare meglio con la realizzazione di aree specifiche, eventualmente anche sui marciapiedi.
  • l’utilizzo del giubbotto catarifrangente. Il testo specifica che “da mezz’ora dopo il tramonto, durante tutto il periodo dell’oscurità” il conducente deve circolare indossando un giubbotto catarifrangente o “bretelle retro riflettenti ad alta visibilità”.

I monopattini possono essere guidati dai 14 anni in su e il casco continua a non essere obbligatorio. Il decreto prevede l’obbligo di indossare un casco protettivo soltanto per i minorenni. Per il momento le discussioni sull’estensione dell’obbligo del casco per tutti i conducenti sono state rimandate, così come quelle sull’obbligo di avere un’assicurazione di responsabilità civile per coprire eventuali danni provocati a terzi durante la circolazione. Il governo, poi, valuterà l’ipotesi di introduzione di un’assicurazione obbligatoria, materia sulla quale entro maggio 2022 dovrà inviare una relazione alle competenti commissioni parlamentari.

Il decreto prevede inoltre che i monopattini con elementi non conformi a quelli indicati nel testo, come motore o regolatore di velocità truccati, vengano confiscati; introduce in questi casi una sanzione amministrativa dai 100 ai 400 euro.