Carabinieri sequestro soldi droga Borgo Panigale
(Ufficio Stampa Carabinieri)

Gli episodi si sono verificati a Zola Predosa e a Borgo Panigale nella giornata del 25 dicembre

I Carabinieri della Compagnia di Bologna Borgo Panigale, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio intensificati durante il periodo natalizio, lungo la via Roma del comune di Zola Predosa, hanno denunciato due giovani bolognesi, rispettivamente di 20 e 23 anni, sorpresi durante un’attività di controllo della circolazione stradale a bordo della loro auto con 43 grammi di hashish e un bilancino di precisione.

Al momento del controllo, prima di arrestare il veicolo, i due amici hanno lanciato un involucro dal finestrino; circostanza non sfuggita all’occhio dei Carabinieri che hanno provveduto a recuperare la confezione, risultata poi contenere la droga e l’altro materiale atto allo spaccio.

Nell’ambito del medesimo servizio, i Carabinieri hanno tratto in arresto un 20 enne bolognese. Nei confronti del giovane, incensurato, residente a Bologna in zona Borgo Panigale, i Carabinieri hanno eseguito una perquisizione domiciliare, nel corso della quale veniva recuperato un quantitativo importante di sostanza stupefacente del tipo hashish, pari a 450 grammi, suddivisa in panetti, un bilancino di precisione e una somma di denaro pari a € 3.200 circa.

Il ragazzo, che vive nell’abitazione condivisa con i genitori del tutto ignari dell’intraprendenza del figlio, occultava la droga con i suoi profitti in una cassaforte che nascondeva dietro un divano nel garage di casa. Il tipo particolare dello stupefacente sequestrato viene chiamato tra i consumatori “Nesquik”, come il celebre prodotto della Nestlé, per il fatto di essere molto fine e sottile, caratteristiche che lo rendono l’hashish più ricercato oltre che costoso sul mercato.

Per via della sua giovane età e dell’assenza di altri precedenti, a seguito dell’arresto, il giovane è stato rimesso in libertà dall’Autorità Giudiziaria, non avendo la stessa ravvisato esigenze per l’applicazione di misure cautelari.

Nel complesso, nell’ambito del servizio, i Carabinieri hanno proceduto al controllo di 40 veicoli e 70 persone, elevando sanzioni amministrative per infrazioni al codice della strada per un importo totale pari a € 1.600.