Messaggio non rinnovo contratto interporto

Lavoravano all’interoporto Bologna alle dipendenze della ditta di logistica Xbt

A 90 facchini non sono stati rinnovati i contratti. A comunicare loro la notizia…un messaggio via Whatsapp. A darne notizia è stato il sindacato Si Cobas: «Il 2022 non si presenta bene per gli oltre 90 operai che lavoravano all’Interporto di Bologna e che prestavano la propria attività lavorativa alle dipendenze della Xbt servizi e logistica, azienda di proprietà della Zampieri holding. Il 31 dicembre, «attraverso uno dei consueti messaggini Whatsapp», la Xbt ha comunicato a tutti i dipendenti che quel giorno «sarebbe terminata la loro collaborazione, così come i loro contratti».

Ecco il testo del messaggio di benservito ricevuto, a quanto riportato, dai lavoratori, pubblicato dall’edizione bolognese di Repubblica:

“Buongiorno a tutti, vi comunico che con oggi 31 dicembre 2021 termina la nostra collaborazione così come i vostri contratti, anche il nostro contratto è terminato, purtroppo non è stato rinnovato, quindi il magazzino rimane chiuso, questo a causa di tutte le vicende che conoscete bene e che hanno portato a questo risultato, errori fatti sicuramente da entrambe le parti. Nel mese di gennaio 2022 vi verrà corrisposto lo stipendio relativo al mese di dicembre e tutto il resto. Vi auguro buon anno”.