Andrea Bondi vice sindaco Castel San Pietro
Il vice sindaco Andrea Bondi (©Ufficio Stampa Comune Castel San Pietro)

Il vicensindaco Andrea Bondi: “Vogliamo fare la nostra parte per incentivare una mobilità il più possibile sostenibile”

Nei giorni scorsi al vicesindaco e assessore alla Mobilità, Andrea Bondi, è stata consegnata una raccolta di 546 firme indirizzata al sindaco Fausto Tinti per richiedere di provvedere al completamento del collegamento ciclabile fra Castel San Pietro Terme e Toscanella di Dozza atteso da anni e tratto ancora mancante sulla statale via Emilia fra il comune e Imola.

A consegnare la sottoscrizione, promossa dall’associazione culturale “Progetto Dozza”, è stato un gruppo di volontari che hanno raccolto le firme tramite banchetti allestititi sul territorio e attraverso la piattaforma online Change.org.

«Consapevoli dei ritardi accumulati a causa di sopravvenute problematiche di natura espropriativa  e della necessità di aprire il prima possibile anche questo cantiere – commenta il vicesindaco Bondi, che risponderà all’associazione anche in forma scritta –, raccogliamo lo stimolo e l’attenzione che arriva dai cittadini di Dozza per un’opera necessaria all’implementazione della Bicipolitana bolognese, progettata dalla Città metropolitana di concerto con i comuni interessati e finanziata dal Bando Periferie per connettere tutti i comuni dell’hinterland bolognese. Prima di Natale siamo partiti con i lavori per la realizzazione del tratto fra Osteria Grande e Ozzano Emilia che riprenderanno, dopo la pausa per le feste, il prossimo 10 gennaio. Contiamo ora di concludere celermente l’iter amministrativo necessario e di avviare entro il 2022 anche questa ciclabile. Far sì che Castel San Pietro Terme e il Circondario imolese siano connessi alla rete ciclabile metropolitana è una delle priorità di questa Amministrazione comunale anche perché, in continuità con la ciclovia già esistente, è necessario mettere in sicurezza non solo gli spostamenti su due ruote ma fare anche la nostra parte per incentivare una mobilità il più possibile sostenibile».