Pista ciclabile Calderara Reno
(Ufficio Stampa Comune Calderara di Reno)

L’intervento prevede la realizzazione di un tratto di circa 3 chilometri

Calderara di Reno muove importanti passi avanti nel suo programma di mobilità sostenibile, preparandosi a regalare alla comunità nuovi tratti di piste ciclabili connesse tra loro e col sistema metropolitano e regionale di percorsi attualmente in realizzazione.

Il primo passo, che vedrà il compimento nel corso del 2022, è stato mosso nei giorni scorsi, con l’accantieramento dei lavori della pista ciclabile per Tavernelle. Le opere regaleranno al territorio una pista della lunghezza di circa 3 chilometri che dalla zona est di Calderara raggiungerà quella ovest di Tavernelle, seguendo inizialmente il tracciato di via Bazzane, passando quindi accanto allo stabilimento della Bonfiglioli Riduttori e superando con un sovrappasso ciclabile la ferrovia Bologna-Verona.

Sono dei lavori molto importanti – afferma il sindaco di Calderara di Reno Giampiero Falzoneperchè potenziano i nostri piani di mobilità sostenibile, valorizzano il territorio e lo connettono ai progetti di ciclabilità metropolitana e regionale, nonché nazionale ed europea come la ciclovia Eurovelo 7″.

L’opera ha un costo complessivo di circa 3,5 milioni di euro e sarà solo la prima di un 2022 che si annuncia fondamentale per questo importante capitolo del programma di mandato: “Continuiamo in questo modo – aggiunge il primo cittadino – ad edificare la nostra Città Sostenibile. Dopo questa importante opera, per la quale l’Amministrazione ringrazia Bonfiglioli Spa, sarà la volta, sempre nel 2022, della pista Castel Campeggi-Longara, un altro tracciato molto atteso, nonché della pista ciclabile di connessione al ponte sul Reno che consentirà ai cittadini di arrivare al Trebbo e percorrere la Ciclovia del Reno fino a Casalborsetti. Calderara si trova in una posizione strategica, al centro tra Ciclovia del Sole e Ciclovia del Reno. Per questo i lavori che stiamo sviluppando vogliono non solo offrire ai cittadini dei tracciati di mobilità sostenibile ma anche rendere Calderara protagonista e attrattiva nel panorama del cicloturismo, anche europeo”.