Castel San Pietro via Gramsci
(Ufficio Stampa Comune Castel San Pietro)

Interessato un tratto di circa 700 metri in via Gramsci; investimento Hera di 180 mila euro

Proseguono i lavori di Hera per il rinnovo della rete idrica di Castel San Pietro Terme, in particolare per la posa di una nuova tubazione in sostituzione dell’attuale in via Gramsci, nel tratto compreso tra le vie Mazzini e Braglia per una lunghezza complessiva di circa 700 metri.

Iniziati il 22 novembre scorso, da lunedì 10 gennaio parte la seconda fase dei lavori, per la quale sarà necessario apportare alcune modifiche alla viabilità.

Nello specifico, da oggi 10 gennaio fino alle ore 19 del 21 gennaio, via Mazzini sarà chiusa al traffico fra via Cavour e via dei Mille, ad esclusione di residenti, mezzi per il soccorso e polizia. Inoltre, sarà consentito il transito a pedoni e biciclette.

A seguire è prevista la soppressione della pista ciclabile su via Gramsci nel tratto compreso fra via Mazzini e via Della Repubblica con conseguente creazione di una corsia viabile a senso unico per garantire la fruizione del parcheggio con ingresso da via Mazzini e uscita su via Della Repubblica. Saranno soppressi 5 stalli di parcheggio sulla via Gramsci.

Al termine di questa seconda fase, i lavori proseguiranno con ulteriori step che coinvolgeranno la restante via Gramsci, tra via Mazzini e via Resistenza, fino alla conclusione prevista, salvo inconvenienti, entro il mese di marzo: volta per volta sarà data informazione sulle modifiche alla viabilità e posizionata la relativa cartellonistica stradale.

Complessivamente, l’opera incrementerà l’efficienza dell’intero sistema e l’affidabilità delle reti a beneficio della continuità del servizio. Il lavoro infatti è utile per risolvere in maniera strutturale i problemi derivanti da alcuni episodi di rotture che si sono verificati nel tempo. La nuova condotta, inoltre, avrà un diametro maggiore della precedente e potrà quindi garantire una maggiore portata rispetto all’attuale. Il lavoro comprenderà anche il rifacimento degli allacciamenti di tutti gli utenti lungo i 700 metri.

L’intervento comporta un investimento di Hera pari a circa 180 mila euro che rientra nel piano generale condiviso e approvato da Atersir, l’ente regionale di regolazione per i servizi idrici e i rifiuti. 

“Chiediamo ai cittadini ancora un po’ di pazienza perché questi lavori – sottolinea il sindaco Fausto Tintisono fondamentali per il rinnovo della rete idrica di Castel San Pietro Terme. Appena terminato l’intervento di Hera, sarà cura dell’Amministrazione comunale procedere con l’installazione del nuovo impianto di illuminazione che andrà a sostituire l’esistente. Lampioni a led più alti sostituiranno gli attuali a boccia, aumentando la visibilità, sia sulla strada sia sull’attigua pista ciclopedonale, e la sostenibilità ambientale ed economica. La circolazione verrà poi riaperta subito dopo la conclusione della riasfaltatura del manto stradale”.