Giorno Memoria 27 gennaio
(©nito/Shutterstock.com)

Al via una ricca programmazione di appuntamenti per sensibilizzare scuole e comunità

Prende forma il cartellone delle iniziative messe in campo dal Comune di Dozza, insieme agli altri portatori di interesse del territorio, in occasione della Giornata della Memoria 2022.

Si tratta di un’altra programmazione influenzata inevitabilmente dall’attuale quadro emergenziale sanitario che limita, purtroppo, quell’ampio respiro in presenza dedicato alla sentita ricorrenza nel corso degli anni dall’amministrazione del municipio di via XX Settembre.

La conferma giunge, infatti, dagli alti indici di gradimento riscontrati dal ciclo di tre lezioni tematiche tenute da Marco Orazi, stimato storico del Cidra, presso il polo studentesco territoriale ‘A.Moro’ nel corso dello scorso mese di dicembre.

E’ proprio in ambito didattico, a conferma della ferma volontà di sensibilizzare in particolar modo le nuove generazioni sulla tragedia dell’Olocausto, che si snoderà la terza edizione del progetto ‘Parole d’inciampo’. In occasione della Giornata della Memoria del prossimo 27 gennaio, infatti, l’assessorato all’istruzione dozzese alimenterà lo spirito di consapevolezza e riflessione dei più giovani attraverso uno speciale concorso rivolto agli studenti delle classi terze della scuola secondaria di primo grado comunale.

L’intento sarà quello di individuare una serie di parole capaci di fare ‘inciampare’, inteso come doveroso obbligo riflessivo, al cospetto della valenza e delle proporzioni di un dramma del quale è necessario salvaguardare e rinverdire la memoria.

Gli alunni, quindi, saranno chiamati all’elaborazione di un testo, una poesia, un racconto, un’intervista, un articolo giornalistico, per raccontare a modo loro il periodo della persecuzione e dello sterminio del popolo ebraico. Gli elaborati, redatti secondo modalità prese in accordo con l’istituzione scolastica, saranno esaminati da una commissione giudicatrice appositamente formata che premierà quelli più significativi con un buono del valore di 100 € da spendere in libri o materiale scolastico.

Ma non è tutto. Previsto, infatti, anche l’allestimento della mostra ‘Memorie in Rocca’, all’interno della celebre fortezza che domina il borgo, in calendario dal 7 al 26 febbraio prossimi. Tredici pannelli documentali che accompagneranno i visitatori in un doloroso percorso impreziosito dalla consultazione di materiali inediti, fotografie, storie e testimonianze di alcuni sopravvissuti dell’area imolese e circondariale deportati in prigionia nel campo di concentramento di Mauthausen. Un’esposizione, concordata con la Fondazione Dozza Città d’Arte, promossa e realizzata dall’ANED (Associazione nazionale ex deportati politici) in collaborazione con l’ANPI ed i soci della COOP Alleanza 3.0 con contenuti curati da Marco Orazi (Cidra) ed il tocco grafico di Massimiliano Renzi.

Spazio poi, su tutti i canali istituzionali dell’ente, ad una serie di link utili, completi di sinossi, che rimanderanno a significativi filmati tematici caricati sul web. Uno spunto da abbinare alla divulgazione di uno specifico elenco bibliografico, estrapolato dalla dotazione dei materiali presenti nella biblioteca comunale dozzese, in grado di favorire la fisiologica opportunità di approfondimento e mirata consultazione.

L’amministrazione comunale di Dozza desidera ringraziare tutti coloro che, attraverso la propria preziosa opera volontaria, contribuiscono ogni anno alla realizzazione del programma.