Sasso Marconi potabilizzatore Hera
(© Ufficio Stampa Gruppo Hera)

Risponde ai massimi standard a livello internazionale e serve circa 800 mila utenti

Il potabilizzatore di Hera a Sasso Marconi, che disseta anche Bologna, dal 2021 è certificato AWS (Alliance for Water Stewardship), il primo standard internazionale che guida a un utilizzo responsabile della risorsa idrica e il punto di riferimento mondiale in questo ambito.

Il Gruppo è stata la prima utility a livello mondiale ad ottenere questa certificazione per un potabilizzatore. L’impianto prende acqua dal fiume Reno e dal torrente Setta, la rende potabile e la serve a 34 comuni del bolognese, tra cui il capoluogo, per un totale di quasi 800.000 abitanti.

Il 42% dell’acqua potabile totale erogata nella provincia proviene proprio da qui, in media sono 38 milioni di metri cubi all’anno.

L’impianto lavora a ciclo continuo, è completamente automatizzato e controllato 24 ore su 24 dalla centrale di telecontrollo del Gruppo Hera, in questo modo ogni minima variazione nel servizio viene segnalata ed è possibile intervenire in tempo reale anche da remoto.