Dozza centro
(©archivio Touring Club Italiano)

Il borgo è il secondo in provincia di Bologna a ricevere il prestigioso riconoscimento

La Bandiera Arancione, il prestigioso riconoscimento del Touring Club Italiano per i piccoli borghi italiani eccellenti, viene assegnato a Dozza che diventa così la seconda località certificata nella provincia di Bologna e porta a 23 il numero di Comuni “arancioni” in Emilia-Romagna. In tutta Italia, sono 270 le località certificate.

Dozza è un suggestivo borgo incorniciato da vigneti lungo il confine occidentale tra Romagna ed Emilia. Il centro storico conserva l’originale tessuto edilizio di stampo medioevale e la maestosa Rocca Sforzesca si armonizza perfettamente con il resto dell’abitato, accogliendo un Museo ricco di opere d’arte e arredi storici, un drago monumentale e l’Enoteca Regionale dell’Emilia-Romagna, dove sono esposte centinaia di etichette prestigiose, provenienti da tutta la regione.

Dozza è una galleria d’arte a cielo aperto: il borgo è costellato da più di 200 murales, testimonianza permanente della Biennale del Muro Dipinto che dagli anni ’60 lascia in eredità al territorio capolavori sempre nuovi. Da segnalare anche la chiesa di Santa Maria Assunta in Piscina e il Centro Studi Tolkieniani “La Tana del Drago”, unico al mondo dedicato a J.R.R. Tolkien, l’autore de Lo Hobbit e de Il Signore degli Anelli e numerose passeggiate e sentieri.

Tipici della zona sono i vini Albana DOCG e Sangiovese DOC e la tradizionale sfoglia fatta a mano dalle arzdore (le artigiane che tirano la sfoglia) che è la base di preparazioni quali tagliatelle, tortellini, tortelli, tortelloni. Tra gli altri eventi, Fantastika (Biennale d’arte e illustrazione del fantastico), Festa delle arzdore dedicata alla cucina tradizionale che si svolge nel borgo storico, Festa del Vino, festa enologica che vede la partecipazione di numerose cantine locali.

Dozza è stata premiata con la Bandiera Arancione per il centro storico tipico, raccolto e vivace, con numerosi ristoranti, enoteche e un’atmosfera particolare e suggestiva, che si può godere a pieno anche grazie alla presenza di ZTL e aree pedonali. Gli attrattori sono vari, di interesse, ben conservati, fruibili e ben promossi. Il servizio di informazioni turistiche è efficace e permette di avere tutte le informazioni utili per scoprire al meglio il borgo e il territorio.

Cos’è la Bandiera Arancione

Le Bandiere Arancioni sono luoghi dove la qualità dell’accoglienza, la sostenibilità ambientale, la tutela del patrimonio artistico e culturale si uniscono per regalare un’esperienza di viaggio autentica. Piccoli centri che accolgono i viaggiatori grazie a comunità ospitali che, con impegno ed entusiasmo, mantengono vive le tradizioni, tutelano il patrimonio locale e animano i territori attraverso l’organizzazione di eventi e manifestazioni.

Le Bandiere Arancioni oggi sono 270 e rappresentano l’8% delle oltre 3.250 candidature analizzate. Per conoscere tutti i borghi certificati con approfondimenti sulle principali caratteristiche di ognuno, visitate il sito bandierearancioni.it

Touring Club Italiano è una libera associazione senza scopo di lucro che propone ai suoi soci – destinatari e attori della missione – di essere protagonisti di un grande compito: prendersi cura dell’Italia come bene comune perché sia più conosciuta, attrattiva, competitiva e accogliente. Per questo il Touring Club Italiano contribuisce a produrre conoscenza, tutelare e valorizzare il paesaggio, il patrimonio artistico e culturale e le eccellenze economico produttive dei territori, attraverso il volontariato diffuso e una pratica turistica del viaggio etica, responsabile e sostenibile.