Dozza auto elettrica Municipio
(Ufficio Stampa Comune Dozza)

Installate anche nelle aree verdi del paese dotazioni in plastica riciclata

Piccole e grandi azioni quotidiane che alimentano la filosofia ‘green’ del Comune di Dozza. Nell’antico borgo medievale dai muri dipinti nulla è lasciato al caso quando si tratta di promuovere azioni ambientaliste, ecologiche e di tutela del patrimonio collettivo.

E’ di questi giorni la notizia della sostituzione di diversi arredi nei parchi e nelle aree verdi del territorio dozzese con dispositivi realizzati in plastica riciclata. Dai cinque nuovi tavoli da picnic corredati ognuno da due panche con schienali, quattro dei quali collocati nel parco della Rocca ed uno nel giardino della Residenza del Colle, alle nove panchine con sedute a schienale installate nel parco Ruggi (4) e negli spazi pubblici di Toscanella del chiosco di via Nenni (1), di via Falcone (1) e di via Ugo La Malfa (2). Ma non è tutto. Via libera all’installazione di tre cestini pensili singoli nell’area verde di Via Pertini a Toscanella e tre cestini pensili tripli collocati tra piazza Fontana (1) a Dozza e parco Ruggi (2).

Un investimento del valore Euro 8.750,00, iva esclusa, che strizza l’occhio alla volontà di potenziamento e rinnovamento delle specifiche dotazioni.

Ma non è tutto. Il municipio guidato dal sindaco Luca Albertazzi, rispondendo alle misure straordinarie deliberate dalla Regione Emilia Romagna in tema di tutela della qualità dell’aria ed attraverso il parziale finanziamento elargito dallo stesso ente tramite bando ‘Contributi a favore dei Comuni o loro Unioni per la sostituzione di veicoli obsoleti con veicoli a minor impatto ambientale’ di Euro 20.000,00, ha sostituito il vecchio veicolo Fiat Panda a benzina (immatricolato nel 1998 e di classe ambientale Euro 2) con una moderna autovettura elettrica Volkswagen ID.3 Pure Performance (categoria M1 con alimentazione elettrico puro).

Un modo per rimarcare come la qualità dell’aria, la riduzione dell’inquinamento e, più in generale, l’attenzione verso il miglioramento delle situazioni climalteranti rivestono un ruolo determinante nello scacchiere dell’amministrazione comunale dozzese in questo particolare periodo storico da perseguire attraverso la realizzazione di investimenti, attività ed iniziative pubbliche.

“Un’operatività che richiama il principio di coerenza contenuto all’interno della Carta dell’Ambiente del nostro Comune e di quella particolare premura alle politiche ambientali che rimanda ad azioni concrete dopo i proclami – spiega il sindaco del Comune di Dozza, Luca AlbertazziQuella che qualcuno potrebbe etichettare come una banale sostituzione di autovettura incarna, invece, un necessario salto concettuale. Siamo passati da un veicolo obsoleto a benzina ad un mezzo 100% elettrico. Un cambio di scenario che non dobbiamo dare per scontato laddove altri enti optano ancora per acquisti di mezzi spinti da motori a diesel o a benzina”. E ancora: “Noi cerchiamo di fare sempre la nostra parte e dare un buon esempio – conclude il primo cittadino – Stessa cosa per quanto riguarda l’installazione dei pattumi in grado di permettere la differenziazione dei rifiuti anche ai turisti sprovvisti di tessera per il conferimento. In particolar modo nel polo di piazza Fontana dove il sensibile aumento dei flussi turistici, grazie alla messa in campo di lungimiranti azioni capaci di attrarre anche quei camperisti che soggiornano per più giorni in paese, necessita di un adeguato impegno nell’attualizzazione di tutti i servizi offerti”.