Liliana Gollini centenaria Imola 2022
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

A consegnarle la medaglia dei centenari è stato il sindaco Marco Panieri

Sabato scorso grande festa per i 100 anni della signora Liliana Gollini. In realtà, gli anni li ha compiuti il 4 agosto, ma ha aspettato il sabato dopo per poter avere l’abbraccio di tutta la famiglia, a partire dai tre figli Angelino, Valentina e Valeria, con i loro coniugi, dei quattro nipoti e dei due pronipoti, oltre che di amici e vicini di casa. Mentre il sindaco Marco Panieri le ha formulato gli auguri, a nome della Città, per i suoi 100 anni e le ha consegnato la medaglia dei centenari.

Nata il 4 agosto 1922 a Imola, più precisamente in località Ponticelli, in una famiglia di mezzadri, Liliana Gollini era la maggiore di quattro fra sorelle e fratelli. Fin da bambina ha accompagnato gli studi (fino alla quinta elementare) con il lavoro nei campi. “Mamma ha lavorato anche in risaia, poi per un po’ ha fatto la sarta da uomo” racconta la figlia Valeria Zappi.

Nel 1947 si è sposata con Pietro Zappi, da cui sono nati i tre figli . Con il matrimonio Liliana Gollini si è trasferita a Cantalupo, nelle campagne imolesi, nella famiglia del marito e lì ha ricominciato il lavoro nei campi. Nel corso degli anni successivi, nuovi trasferimenti in altri poderi, sempre nell’area attorno ad Imola e infine il lavoro alla Cooperativa Ortolani, come stagionale. Una vita tutta dedicata al lavoro e ad accudire la famiglia, con grande serenità.

Da ragazza amava molto ballare e anche dopo il matrimonio per un po’ con il marito ha coltivato questa passione. L’altra grande passione di Liliana Gollini è la sfoglia. “Adora fare i garganelli, che sono la sua specialità e le vengono benissimo. E ancora adesso non disdegna di tirare la sfoglia per fare i suoi fantastici garganelli, con passione e divertimento” conclude la figlia Valeria.