Bologna 112
(Ufficio Stampa Carabinieri)

L’uomo, un 31enne senza fissa dimora, è stato trattenuto in camera di sicurezza

I Carabinieri della Stazione Bologna Indipendenza hanno arrestato a Bologna un 31enne marocchino, nullafacente, senza fissa dimora, pregiudicato, accusato di furto aggravato e resistenza a P.U.

Nelle prime ore del 14 agosto, dopo che un dipendente dell’Hera, giunto in questa via Mascarella, era sceso dal mezzo in dotazione, un Piaggio Porter, con in mano la scopa per la consueta attività di pulizia della domenica mattina, lo straniero, in transito a piedi, è salito a bordo del veicolo senza farsi vedere e prese le chiavi lasciate dall’operatore sotto l’aletta parasole, ha messo in moto il mezzo e si è dileguato frettolosamente per le vie del centro storico, agevolato anche dell’assenza di altri veicoli data l’ora e il fine settimana di ferragosto.

I Carabinieri, attivati dalla Centrale Operativa di Bologna che aveva ricevuto la richiesta di intervento da parte dell’operatore della nettezza urbana, si sono messi velocemente alla ricerca del mezzo e dopo averlo intercettato in via Amendola e avergli intimato l’alt, lo hanno definitivamente fermato in viale Masini dopo un breve inseguimento, con l’ausilio di un’ulteriore pattuglia dell’Arma.

Il ladro, in stato di forte agitazione, ha aggredito i militari con calci e spintoni nel tentativo di fuggire a piedi, venendo alla fine immobilizzato e tratto in arresto. Il veicolo, che nell’episodio non ha riportato danni, è stato recuperato e restituito all’azienda.

Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna, il marocchino è stato trattenuto in camera di sicurezza, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto e del contestuale processo con rito direttissimo.