Imola Panieri omaggio 11 settembre
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

La cerimonia in ricordo delle vittime dell’attentato si è svolta nell’area verde di via Zambianchi

Il richiamo alla pace, al dialogo e alla solidarietà è stato al centro dell’intervento del sindaco Marco Panieri, nel corso della cerimonia di commemorazione delle vittime dell’attentato alle Torri Gemelle dell’11 settembre del 2001. La cerimonia si è svolta nel parco pubblico “Vittime dell’11 Settembre” (Via Zambianchi), alla presenza di don Antonello Caggiano Facchini, in rappresentanza della Diocesi di Imola e dei rappresentanti della Comunità islamica di Imola. Sono intervenuti anche il presidente del Consiglio comunale, Roberto Visani, il vice presidente Nicholas Vacchi ed i rappresentanti delle Forze dell’ordine e delle associazioni d’arma e dell’Anpi.

Prima della deposizione di una corona alla lapide che ricorda le vittime, sottolineata dall’esecuzione de ‘Il silenzio’ da parte del trombettista Celio Regoli, il sindaco Panieri ha evidenziato l’esigenza di tenere viva la memoria di quel terribile attentato terroristico e il ricordo delle vittime affinché simili tragedie non accadano più. Da parte sua, don Antonello Caggiano Facchini, nel portare il saluto del vescovo Giovanni Mosciatti, assente perché in pellegrinaggio alla Madonna di Loreto, ha letto le parole pronunciate da papa Giovanni Paolo II nell’udienza di mercoledì 12 settembre 2001, all’indomani dell’attentato terroristico.