Volante carabinieri 112
(Ufficio Stampa Carabinieri)

Il giorno prima l’uomo aveva tentato di soffocarla con il guinzaglio del cane

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bologna hanno arrestato un 23enne, nato in Germania, residente a Bologna, per tentata violazione di domicilio.

E’ successo alle ore 13 di ieri, quando i Carabinieri della Centrale Operativa di Bologna hanno ricevuto la telefonata di un cittadino che chiedeva aiuto per conto di una donna che si era chiusa in un appartamento situato in zona Foscherara per sfuggire dal fidanzato che la stava inseguendo e non essendo riuscito a raggiungerla, aveva iniziato a prendere a calci la porta d’ingresso.

Il soggetto, identificato dai Carabinieri in un 23enne, è stato fermato sul pianerottolo condominiale, davanti alla porta dell’abitazione, situata al quarto piano del palazzo. Soccorsa dai Carabinieri, la donna, 37enne italiana, è stata affidata alle cure dei sanitari del 118 per essere medicata dalle ferite che il giovane, con cui intrattiene una relazione da quattro mesi, le aveva provocato il giorno prima, prendendola a pugni e tentando di soffocarla col guinzaglio del cane, durante un altro raptus di gelosia scaturito da un messaggio che la vittima aveva ricevuto sul telefono da parte di un amico che le augurava buon compleanno.

La donna è stata poi dimessa con una prognosi di 10 giorni per politrauma contusivo. I Carabinieri hanno accertato che poco prima del loro arrivo, il 23enne se l’era presa anche con un’altra donna, un’amica della 37enne che per sfuggire all’uomo infuriato, si era rifugiata in un bar del quartiere.

L’uomo, già sottoposto a un divieto di dimora nella Città Metropolitana di Bologna a seguito di una rapina impropria commessa un anno fa, è stato arrestato dai Carabinieri per tentata violazione di domicilio.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna è stato tradotto in carcere.