Cantiere caserma Castel Maggiore
(©Ufficio Stampa Comune Castel Maggiore)

Il fine lavori è previsto per la primavera 2023, a cui seguiranno operazioni di collaudo ed arredo

Dopo una lunga fermata causata da problemi del consorzio che si era aggiudicato l’appalto, sono ripresi i lavori nel cantiere all’angolo tra via Neruda e via Ungaretti.

Il Vicesindaco con delega ai Lavori Pubblici, Luca De Paoli, spiega: “Il cantiere del Polo della Sicurezza è stato attraversato da numerose e avverse vicende che hanno segnato l’esecuzione e il completamento dell’opera. Per l’Amministrazione Comunale il Polo della sicurezza non significa solamente consegnare una sede più funzionale e adeguata per la Polizia Locale, il nucleo dei Carabinieri e la Protezione Civile, ma anche e soprattutto contribuire a creare le condizioni per rendere ancora più sicuro il territorio. E non dimentichiamoci della Stanza Rosa, significativa presenza di un luogo che richiama con forza la lotta alle violenze di genere. Fallimenti, abbandoni di cantiere da parte delle imprese, un mercato edile in grave crisi e vicende giudiziarie non hanno fermato la macchina amministrativa che ha lottato con tutti gli strumenti – in realtà pochissimi – e le forze per dar nuovamente avvio al cantiere”. 

I lavori sono stati consegnati all’impresa DEA s.r.l in data 06/07/2022, nei giorni successivi l’impresa ha preso possesso delle aree e dei locali oggetto di intervento, ed ha provveduto ad effettuare i primi interventi di perimetrazione ed individuazione delle aree con potenziale rischio, pulizia dell’area esterna, sistemazione della recinzione di cantiere. Dopo le ferie, alla riapertura del cantiere, le maestranze hanno provveduto all’accatastamento e movimentazione dei materiali presenti in cantiere, lasciati dalla precedente impresa e alla pulizia degli ambienti interni, per poi passare alle lavorazioni sulle pareti interne, con rimozione di porzioni ammalorate, ripristino degli intonaci del parapetto di copertura ammalorati. 

I lavori procederanno con interventi sia negli ambienti interni, con integrazione delle componenti impiantistiche e sistemazione delle pareti interne ed esterne, sia nelle aree esterne, con scavi e successiva posa delle reti impiantistiche e della pavimentazione. Seguiranno la realizzazione della recinzione di sicurezza, il completamento della facciata esterna e la posa degli infissi mancanti.