Imola accordo aiuti bisognosi
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

L’Asp aprirà un secondo bando per completare l’utilizzo di tutto il fondo concordato

Il Comune, rappresentato dal sindaco Marco Panieri, e le organizzazioni sindacali Cgil-Cisl-Uil territoriali e SPI-FNP-UILP hanno siglato il verbale di accordo per contrastare il “caro bollette” e andare incontro alle famiglie più fragili e bisognose. La firma è avvenuta dopo la messa a punto del verbale, cominciata nell’incontro di ieri in municipio tra il vice sindaco e assessore al Bilancio, Fabrizio Castellari, l’assessora al Welfare, Daniela Spadoni e le Organizzazioni Sindacali Confederali Cgil-Cisl-Uil e Pensionati.

Come recita l’accordo, “le Parti ora condividono la necessità di completare l’utilizzo di tutto il fondo concordato per i residui 320.000, ovvero fino a 450.000 euro totali attraverso un secondo bando e sempre attraverso ASP, che veda però innalzato il tetto ISEE fino a 20.000 euro, con priorità agli ISEE più bassi ed entro i limiti del fondo, valutando i rincari delle utenze nel rapporto tra il 2021 ed il 2022, con un limite di rimborso pari al 50% di una o più fatture relative ad utenze del 2022 fino all’importo massimo del contributo pari a 300 euro per nucleo familiare, anche nel caso in cui le spese energetiche siano gestite a livello condominiale. Questo bando è riservato a coloro che non beneficiano già della presa in carico da parte di ASP, e a coloro che sono in regola con il pagamento dei tributi e delle tariffe comunali”.

Dichiarazione congiunta delle organizzazioni sindacali: “siamo soddisfatti dell’accordo raggiunto con l’Amministrazione comunale, perché abbiamo condiviso di lavorare per le famiglie in difficoltà e l’accordo iniziale riguardava proprio questo. Non ci si limita ad un accordo riferito ai 450.000 euro per il 2022, ma si guarda anche alla prospettiva di attuare ulteriori verifiche e continuare nel nostro impegno per alleviare le difficoltà delle famiglie più fragili e bisognose. Da parte nostra si prosegue con la massima determinazione nel lavoro a sostegno delle fragilità, così come abbiamo declinato nell’accordo”.

Dichiarazione del vice sindaco Fabrizio Castellari e dell’assessora al Welfare, Daniela Spadoni, a nome del Comune: “Come Amministrazione Comunale siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto: 450 mila euro nel 2022 sono una cifra importante che va a contrastare ulteriormente il tema dei rincari energetici sulle famiglie. Dopo l’accordo del 18 marzo con le organizzazioni sindacali, abbiamo proseguito il confronto in più occasioni fra luglio e ottobre, e oggi ecco un’altra pagina preziosa che mette in campo un impegno di risorse molto consistente per le casse del Comune, a favore delle famiglie più fragili e bisognose. Siamo fiduciosi di poter rispondere alle fatiche di tante situazioni familiari tramite questo secondo bando che sarà attuato insieme ad ASP. Il tavolo con le organizzazioni sindacali continuerà a confrontarsi e ci siamo già dati appuntamento per monitorare i provvedimenti adottati, anche in vista del prossimo bilancio di previsione 2023”.