Imola visita scuola autodromo 22
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

Le classi vincitrici del concorso “L’Autodromo: come ti piacerebbe utilizzarlo?” in visita al paddock del circuito ‘Enzo e Dino Ferrari’, in occasione delle Finali Mondiali Ferrari 2022

Una mattinata particolare per le ex classi 1C Scuola Secondaria di 1° ‘Innocenzo da Imola’, 2B Scuola Secondaria di 1° ‘Innocenzo da Imola’ e 4B Scuola Primaria ‘Rubri’ che questa mattina hanno visitato il paddock dell’autodromo ‘Enzo e Dino Ferrari’, allestito per le Finali Mondiali Ferrari 2022. Accompagnati e guidati nella visita dai tecnici della Casa di Maranello, insieme al vice sindaco ed assessore alla Scuola, Fabrizio Castellari e all’assessore all’autodromo, Elena Penazzi, le classi hanno compiuto la visita in quanto vincitrici del concorso di disegni/elaborati, denominato “L’Autodromo: come ti piacerebbe utilizzarlo?”, svoltosi nello scorso anno scolastico 2021/2022. Rivolto alle classi IV e V della Scuola Primaria e alle classi I e II della Scuola Secondaria di 1° Grado degli Istituti Comprensivi, il concorso era teso a conoscere, attraverso i disegni, l’idea dei bambini su come utilizzare lo spazio autodromo nella sua interezza: pista, paddock, museo, box, tribune e via dicendo.

Il concorso era finalizzato a creare una sinergia tra l’autodromo e le nuove generazioni e rappresenta un’occasione di spunto per future iniziative; inoltre ha voluto rappresentare anche un contributo al rilancio del coinvolgimento e partecipazione delle scuole verso i temi che più caratterizzano il territorio locale, anche a seguito delle difficoltà derivanti dalla pandemia da Covid-19. Il concorso si è svolto in occasione del Gran Premio di Formula 1 – 1° Rolex Gran Premio del Made in Italy”, in programma dal 22 al 24 aprile 2022 ed ha visto l’arrivo di una sessantina di elaborati. Il premio al miglior elaborato per ciascuna sezione partecipante al concorso è consistito nell’ingresso per l’intera classe e relativi insegnanti all’Autodromo durante uno degli eventi organizzati entro l’anno 2022, nel caso specifico si è trattato delle Finali Mondiali Ferrari 2022.

“Certamente una bellissima esperienza per i ragazzi e le ragazze, con l’emozione e l’entusiasmo di vedere tante vetture da corsa, stand, piloti, meccanici, colori, video e scenografie – racconta il vice sindaco Fabrizio Castellari -. Poi c’è un aspetto che ho voluto sottolineare e che i ragazzi e le ragazze hanno colto: dietro a queste emozioni e al marchio Ferrari, come per altri marchi di case automobilistiche e motociclistiche della nostra terra, c’è una sintesi perfetta di intelligenza, tecnologia, creatività e saper fare, nei quali l’Italia si esprime al massimo livello e fa scuola nel mondo. E’ un valore ed è un’abilità che fanno cultura, alla pari di tutte le arti in cui storicamente l’Italia primeggia e raccontano anche il nostro territorio, che con il suo autodromo è parte attiva della Motor Valley dell’Emilia-Romagna, pienamente inserito in questo patrimonio”.

Da parte sua Elena Penazzi, assessore all’Autodromo, commenta: “Per noi è molto importante riavvicinare le nuove generazioni all’Autodromo, perché questo può rappresentare uno stimolo per la loro formazione futura. Vogliamo dare ai ragazzi l’opportunità di riscoprire il motore pulsante del circuito, tornato al centro dell’attenzione per le attività non solo sportive, ma anche formative e polifunzionali. In particolare, oggi hanno potuto vivere la magia della Ferrari, attraverso una visita guidata che li ha portati nel mondo delle rosse, tra storia e passione. Continueremo anche in futuro a lavorare per offrire ai giovani queste opportunità. Ringraziamo Ferrari per averci aperto le porte del loro evento più significativo ed anche i dirigenti scolastici e gli insegnanti, per aver accolto con entusiasmo l’idea del concorso, che ha permesso ai ragazzi di essere qui oggi”.