Bologna 112
(Ufficio Stampa Carabinieri)

L’uomo era riuscito a farsi prestare 18.450 euro con la promessa, mai mantenuta, di restituirli

I Carabinieri hanno denunciato un 55enne italiano, residente nelle Marche, per truffa e circonvenzione di persone incapaci in danno di un’amica, un’italiana sulla sessantina, che vive a Bologna con un figlio disabile.

L’indagine dei Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Bologna, ha consentito di rilevare che l’uomo, approfittando della fragilità psicologica della donna che aveva conosciuto sul web durante le restrizioni dovute all’emergenza epidemiologica da Covid-19 e poi incontrato di persona a Bologna, l’ha indotta a prestargli 18.450 euro, attraverso bonifici bancari di alcune migliaia di euro elargiti nel tempo e con la promessa di una futura restituzione che ovviamente non c’è stata.

La malcapitata, resasi conto che l’uomo, fingendosi un caro amico che le voleva stare vicino nel momento del bisogno, vivendo da sola in casa con un figlio autistico, ma allo stesso tempo continuava a chiederle dei soldi, ha chiesto aiuto ai Carabinieri.