Imola Natale 21 accensione luci
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

Sabato 3 dicembre, alle ore 17, in piazza Matteotti, accensione ufficiale delle luci natalizie

Sabato 3 dicembre, alle ore 17, con una cerimonia alla presenza delle autorità, in piazza Matteotti verranno accese le luci dell’Albero di Natale e si illuminerà la Città per le feste natalizie. Prenderà così avvio “Imola a Natale”, il cartellone natalizio ricco di iniziative, spettacoli, eventi reso possibile dalla stretta collaborazione tra l’Amministrazione comunale e Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, CNA Imola Associazione Metropolitana, Confartigianato Imprese Bologna Metropolitana, Confcommercio Imprese per l’Italia Ascom Imola, Confesercenti Territorio Imolese, Alleanza delle Cooperative Italiane – Imola, Confindustria Emilia Area Centro, Coldiretti, Cia Imola, Associazione Pro Loco Imola e dagli esercenti imolesi.

Insieme all’albero di Natale, verranno accese anche le luminarie che decorano la città e le frasi delle canzoni di Vasco Rossi e Cesare Cremonini poste dal Natale scorso rispettivamente in via Emilia e in via Appia. L’accensione si svolgerà alla presenza del Sindaco di Imola, Marco Panieri, degli Assessori alla Cultura, Giacomo Gambi, alle Attività economiche e Centro storico, Pierangelo Raffini, all’Autodromo e Grandi Eventi, Elena Penazzi e dei presidenti e rappresentanti di tutti gli enti che hanno reso possibile il programma per le festività natalizie. Seguirà un momento musicale a cura del Santiago Gospel Choir. Subito dopo, tutte le autorità e i rappresentanti di Fondazione, enti ed associazioni si raccoglieranno in prossimità del Presepe, installato a cura dei volontari della Cattedrale, che quest’anno sarà collocato in piazza Matteotti, per la sua benedizione da parte del vescovo, mons. Giovanni Mosciatti.

Visto l’attuale contesto di rincari energetici, l’Amministrazione comunale ha ritenuto opportuno mantenere accese le luminarie in città, le luci dell’albero di Natale e le frasi dei cantanti per un periodo ridotto, cioè dal 3 dicembre all’1 gennaio 2023 compresi (l’anno scorso le luminarie furono accese dal 4 dicembre al 10 gennaio), ed anche  con un orario ridotto di accensione: dalle 16.30 alle ore 20.00 nei giorni feriali; tutti i  sabati (compresi la vigilia di Natale e l’ultimo dell’anno) dalle 16.30 alle 0,30 della domenica e tutte le domeniche (compreso il giorno di Natale e di Capodanno) dalle 16.30 alle 23.00 (l’anno scorso le luminarie furono accese tutti i giorni dalle 16 alle 0,30 del giorno successivo). 

“Voglio ringraziare per la collaborazione le associazioni di categoria, del commercio e agricole, la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e l’Associazione Pro Loco Imola, che hanno permesso l’organizzazione degli eventi di “Imola a Natale 2022/2023”, oltre all’installazione delle luminarie lungo le vie e dell’albero di Natale in Piazza Matteotti, anche se le luci avranno un tempo di accensione ridotto per proseguire in una gestione di risparmio economico, considerando il contesto difficile che stiamo attraversando legato alla crisi energetica – sottolinea il sindaco Marco Panieri, a nome anche degliassessori Giacomo Gambi, Pierangelo Raffini e Elena Penazzi – Quest’anno ci apprestiamo a vivere questo periodo, con la consapevolezza che, anche in Europa, dopo decenni di pace, milioni di donne e uomini sono costretti a subire una guerra nata dall’aggressione ingiustificabile da parte della Russia all’Ucraina, con tutte le conseguenze che essa comporta, che si aggiunge ai tanti conflitti diffusi a livello internazionale e alla repressione dei diritti civili in varie parti del mondo. Ecco che il Natale, che dovrebbe essere una festa di gioia, pace e felicità in famiglia per tutti e un’occasione per vivere il rapporto con le persone che amiamo, diventa anche motivo di riflessione. Tornare ad accendere le luci di Natale assumerà un nuovo valore simbolico: anche nelle difficoltà lavorando insieme come squadra fra Enti e realtà cittadine si possono comunque raggiungere risultati importanti, non lasciare indietro nessuno, indicare un’idea di società diversa da quella che stiamo vedendo in questi mesi. Ricordiamoci che, a partire dalle nostre famiglie e dalle nostre case, è necessario spendersi con sforzi concreti per salvaguardare la Pace nel nostro vivere quotidiano e a livello mondiale, facendo la nostra parte”.