Auto 112
(Ufficio Stampa Carabinieri)

L’uomo, un 39enne, deve scontare oltre 8 anni di carcere

I Carabinieri della Stazione di Ozzano Emilia hanno eseguito un ordine di carcerazione nei confronti di un 39enne italiano, ospite di una comunità a Ozzano dell’Emila. Il provvedimento della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna, fa riferimento a due condanne che il 39enne ha ricevuto per fatti commessi nelle provincie di Ferrara (rapina aggravata) e Bologna (tentata rapina in concorso).

In particolare, il 14 febbraio 2012, una dipendente di un supermercato di Cento fu rapinata da un uomo armato di pistola che entrò nel locale e la costrinse a consegnargli 215 euro. L’8 ottobre 2020 invece, dipendenti di una sala da gioco di Pieve di Cento attivarono l’allarme mettendo in fuga due soggetti travisati con una mascherina chirurgica che erano entrati nel locale col chiaro intento di perpetrare una rapina. A seguito dei fatti descritti, il 39enne è stato identificato e condannato.

Adesso dovrà espiare una pena di otto anni e sei mesi di reclusione. Rintracciato nella mattina di ieri dai Carabinieri, è stato tradotto in carcere alla Dozza.