Panieri Fia Prize Giving 2022
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

Ieri sera a Bologna premiati tutti i campioni della passata stagione, a cominciare da Max Verstappen e dal secondo classificato Charles Leclerc

“Quella di ieri sera è stata una grande occasione di ospitare a Bologna, nel cuore della Motor Valley, a due passi dall’Autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola, il galà di premiazione FIA Prize Giving 2022, l’appuntamento promosso dalla Federazione automobilistica internazionale, che si svolge a Bologna fino al 10 dicembre, per premiare tutti i campioni della passata stagione”  commenta il sindaco di Imola, Marco Panieri, ospite della serata insieme al presidente di Formula Imola, Gian Carlo Minardi, al presidente ed al direttore del Con.Ami, rispettivamente Fabio Bacchilega e Giacomo Capuzzimati e all’assessore all’Autodromo, Elena Penazzi.

Organizzato dalla Fia, in collaborazione con Regione Emilia-Romagna, Ice – Agenzia per la promozione all’estero e internazionalizzazione delle imprese italiane e Aci – Automobile Club d’Italia, l’evento ha portato sotto le due Torri 244 Automobile Club in rappresentanza di 146 Paesi nel mondo per una settimana di riunioni degli organi statutari della Federazione automobilistica internazionale fino all’Assemblea generale annuale, culminando proprio con il FIA Prize Giving, svoltosi ieri sera a Bologna Fiere.  Fra i premiati, ieri sera, ci sono stati il Campione del mondo di F1 Max Verstappen, il secondo classificato Charles Leclerc e il team principal della Red Bull Christian Horner

“Per noi è stata l’opportunità sia per un saluto al termine di un anno incredibile per il nostro autodromo, con i suoi grandi eventi, carichi di emozioni, che ha segnato il grande ritorno della F.1 con il pubblico e dei mega concerti sia per consolidare i tanti rapporti con gli interlocutori sportivi e istituzionali, a cominciare dal nostro concittadino Stefano Domenicali, Ceo della F1, dal presidente Aci, Angelo Sticchi Damiani, oltre che dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini” aggiunge il sindaco Panieri, che conclude “questa prestigiosa vetrina internazionale ha contribuito a valorizzare ancor più la Motor Valley, con tutte le sue eccellenze, dalle case automobilistiche e motoristiche agli autodromi, insieme alla cultura dell’ospitalità ed alle eccellenze del patrimonio artistico, ponendo al centro Bologna e, al suo fianco, la nostra città, come cuore della Motor Valley”.