Carabinieri 112
(Archivio Ufficio Stampa Carabinieri)

L’uomo, con precedenti per furto, rapina, detenzione armi e ricettazione, non accettava la fine della relazione

I Carabinieri della Stazione di Granarolo Emilia hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, nei confronti di un 47enne bolognese, indagato per maltrattamenti contro familiari o conviventi, atti persecutori e violazione di domicilio.

Il provvedimento, richiesto dalla Procura della Repubblica di Bologna ed emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Bologna, nasce da un’informativa dei Carabinieri, a seguito della querela di una 37enne marocchina che la vigilia di Natale 2022 si era presentata in caserma per denunciare il compagno con cui aveva avuto una relazione sentimentale da luglio 2021 a ottobre 2022.

Già durante la convivenza, come si legge nell’ordinanza del GIP, il 47enne, “…spinto da un’ossessiva gelosia e un morboso atteggiamento possessivo…”, aveva iniziato a maltrattare la donna, offendendola quotidianamente, registrandola quando si trovava da sola in casa, per controllare i movimenti o le comunicazioni e danneggiandole i propri effetti personali, come accaduto in una circostanza quando l’uomo, colto da un raptus di gelosia, le prese il telefono e glielo scaraventò per terra.

A ottobre 2022, non accettando la fine della relazione e nella speranza di riallacciare il rapporto, il 47enne aveva iniziato a perseguitare la ex compagna con il classico repertorio comune agli stalker: pedinamenti, appostamenti sotto casa, messaggi e telefonate a tutte le ore del giorno e della notte, arrivando, in un caso, a farle ben 102 telefonate in una sola giornata.

Poi, non avendo ottenuto soddisfazione, il 47enne, temendo che l’ex compagna potesse frequentare altri uomini, è entrato nella sua abitazione e dopo averle sottratto una confezione di farmaci anticoncezionali, glieli ha fatti ritrovare giorni dopo nella cassetta della posta.

Rintracciato dai Carabinieri, il 47enne, gravato da precedenti di polizia per furto, ricettazione, rapina, porto abusivo e detenzione di armi e in materia di sostanze stupefacenti, è stato sottoposto alla misura cautelare del GIP.