Belinda Gottardi sindaco Castel Maggiore
(©Ufficio Stampa Comune Castel Maggiore)

La quarta edizione del Popular Financial Reporting: trasparenza sui conti pubblici

Presentazione il 27 novembre con l’eccezionale partecipazione degli assessori al bilancio delle Regioni Piemonte ed Emilia-Romagna

E’ uscita la quarta edizione del Popular Financial Reporting – Bilancio POP, frutto della collaborazione scientifica tra la Città di Castel Maggiore e il Dipartimento di Management dell’Università di Torino: si tratta del rendiconto relativo all’annualità 2022, un anno complesso tra uscita dalla pandemia e conseguenze della guerra in Ucraina, in una scommessa di trasparenza e accessibilità alle informazioni sull’andamento della pubblica amministrazione locale.

Alla presentazione del POP è dedicato anche un appuntamento Civcs, il 27 novembre alle 20.45 al Teatro Biagi D’Antona, con la partecipazione di Belinda Gottardi – Sindaca di Castel Maggiore; Paolo Calvano – Assessore al Bilancio Regione Emilia – Romagna; Andrea Tronzano – Assessore al Bilancio Regione Piemonte; Paolo Biancone – Professore Ordinario di Economia Aziendale Università di Torino coordinatore del team di ricerca; Matteo Cavalieri – Assessore al Bilancio Città di Castel Maggiore.

La sindaca Gottardi e l’assessore Cavalieri sottolineano: Il Bilancio approvato ogni anno dal Consiglio comunale è un atto complesso, che rendiconta e programma, ma che ha il limite di non essere facilmente accessibile ai non addetti ai lavori. Per evitare di alzare un muro tra chi si occupa della pubblica amministrazione e chi quella pubblica amministrazione la sostiene con le proprie tasse e con il proprio voto, ovvero la cittadinanza, prima titolare dell’azione di governo, ricorriamo dunque a uno strumento come il POP che aiuta la lettura dei dati contabili della pubblica amministrazione e li connette con i temi che più stanno a cuore a tutti noi: dall’educazione alla tutela dei soggetti più fragili, dall’ambiente alle opere pubbliche“.

Proseguono:“Il 2022, cui si riferisce questo fascicolo, è l’anno di uscita dalla pandemia, ma anche l’anno della guerra in Ucraina, del caro energia, del balzo dell’inflazione con un aumento medio annuo sul 2021 dell’8,4% in Emilia-Romagna: un contesto difficile, a cui abbiamo reagito cercando di difendere e aumentare molti dei servizi erogati e il numero di cittadini che ne hanno beneficiato. Il nostro comune, pur con un sensibile aumento della spesa, dovuto soprattutto agli investimenti nell’educazione, si conferma libero da mutui e da debiti, in assoluta controtendenza rispetto all’andamento della spesa pubblica nel nostro paese, registra una ottima performance nella lotta all’evasione fiscale, assume un atteggiamento virtuoso nel reperimento di fondi pubblici che culmina nei 14 milioni di euro ottenuti dal PNRR per realizzare la nuova scuola media“.

Si registra anche un dato molto incoraggiante: dopo il grave calo durante la pandemia, aumenta il numero degli occupati, tornati ai livelli del 2019 e superandoli. Per il secondo anno, si cercano anche di collegare i dati ai 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, i cosiddetti Sustainable Development Goals (SDGs): implementiamo così la base di valutazione della performance della pubblica amministrazione locale, confermando e rilanciando il nostro impegno e il nostro dovere di trasparenza nei confronti di chi vive e lavora a Castel Maggiore.

Il bilancio POP è frutto del lavoro Dipartimento di Management dell’Università di Torino, che ha curato il rapporto in collaborazione con gli uffici del Comune e dell’unione Reno Galliera.

Il fascicolo stampato sarà distribuito insieme al giornale comunale di dicembre a tutte le famiglie ed attività commerciali, ma è già sfogliabile on line sul sito del Comune di Castel Maggiore