Bologna torri Garisenda e Asinelli
(©Ufficio Stampa Comune Bologna)

Le offerte raccolte verranno destinate non solo alla Garisenda ma anche alla torre degli Asinelli

In prima linea per riportare agli antichi splendori la torre Garisenda, uno dei simboli di Bologna, ci sono Gianni Morandi e Cesare Cremonini che nei giorni scorsi, assieme al primo cittadino Matteo Lepore, hanno presentato una campagna di raccolta fondi per sostenere, almeno in parte, i costi di ripristino

“Le risorse private ci consentiranno, insieme alle altre, di essere più agili. Ci rivolgeremo anche a imprenditori e imprenditrici, banche e chiunque possa contribuire alla causa. Questa raccolta è un messaggio di speranza e interesserà non solo la torre che pende, ma anche la torre degli Asinelli” – commenta Lepore. 

Con grande entusiamso e disponibilità, Morandi e Cremonini sono i testimonial di questo importante appello fatto con il sorriso.  

È possibile sostenere il restauro delle Due Torri di Bologna attraverso l’Art Bonus donando tramite bonifico:

  • Beneficiario: Comune di Bologna
  • Iban: IT08F0200802435000105891683
  • Causale: “Art Bonus DL 83/2014 e ss.mm.ii – Comune di Bologna – RESTAURO DUE TORRI DI BOLOGNA – Codice fiscale o P. Iva del mecenate”

Nei prossimi giorni sarà possibile donare non solo attraverso bonifico ma anche attraverso carte di credito e altri sistemi come PayPal.