Bonfiglioli incontro per tutela donne
(©Ufficio Stampa Bonfiglioli)

Il protocollo siglato è anche contro ogni forma di discriminazione

Nei giorni scorsi presso lo stabilimento Bonfiglioli EVO Plant di Calderara di Reno, il Gruppo Bonfiglioli e le Organizzazioni Sindacali hanno firmato il “Protocollo a tutela delle donne e contro ogni forma di discriminazione”.

Il protocollo è stato presentato all’interno della Assemblea Sindacale che ha visto la partecipazione di Emily Clancy Vice-Sindaca del Comune di Bologna, Gohar Rahimi Dottoranda in Studi di Genere presso l’Università di Bologna, Giovanni Cotugno segretario FIOM CGIL Emilia Romagna, Stefano Lombardi segretario UILM UIL Bologna.

Con la firma del Protocollo, il Gruppo Bonfiglioli aderisce alla campagna nazionale di sensibilizzazione GeneriAMO cultura promossa da Federmeccanica e dalle Organizzazioni Sindacali e volta a superare le distorsioni culturali e contrastare sul luogo di lavoro qualsiasi atto indirizzato a violare la dignità della persona e delle donne o a creare un clima avvilente, mortificante, ricattatorio e provocatorio.

“Questo documento, che sottoscriviamo con orgoglio ed estremo piacere – sottolinea la Presidente Sonia Bonfiglioli – è in perfetta sintonia con il sistema valoriale che da sempre guida la crescita del nostro Gruppo, che ha sempre operato nel massimo rispetto delle persone e della loro dignità e valore, senza discriminazioni di genere, religione, cultura e pensiero: questa ferma convinzione ha permesso al Gruppo di espandersi nel mondo nel rispetto della diversità, diversità che per il Gruppo non è un limite ma un valore aggiunto di crescita aziendale.

Nutriamo un forte senso di responsabilità sociale che ci spinge a prestare massima attenzione verso la tutela dei diritti umani e della dignità delle persone, in particolare delle donne: Il Gruppo deve molto alle donne, che hanno contribuito fortemente alla crescita ed al valore aziendale.

Il Protocollo e il conseguente piano d’azione rappresentano, quindi, il nostro ulteriore e fattivo impegno volto a impedire qualsiasi forma di violazione dei diritti umani, inclusi i casi di discriminazione e violenza di genere”.

Il Gruppo Bonfiglioli attuerà iniziative informative e formative mirate, utilizzando l’Academy Bonfiglioli e dedicando l’edizione 2024 dei Break Formativi alla  diffusione di una cultura inclusiva ed alla valorizzazione di tutte le diversità, mantenendo un focus sulla parità di genere e sulla tutela delle donne.

La Commissione tecnica bilaterale “Pari Opportunità e Inclusione”, prevista e attivata dal Contratto Integrativo Aziendale Bonfiglioli del 21/03/2022, continuerà attivamente a lavorare e a confrontarsi sulle tematiche legate alla  pari opportunità nello sviluppo professionale e nell’accesso alla formazione;  al reinserimento delle lavoratrici dopo l’assenza per maternità; a favorire l’occupazione femminile in ruoli connessi alle nuove tecnologie “industry 4.0”; a  prevenire forme di molestie sessuali nei luoghi di lavoro o comportamenti indesiderati connessi a etnia, genere, religione, opinione.

Per quanto previsto dal “Codice Etico Bonfiglioli” qualsiasi violazione ai principi etici o ai valori espressi da questo protocollo potranno essere segnalati all’Organismo di Vigilanza Bonfiglioli, il Gruppo Bonfiglioli garantisce al soggetto che effettua la segnalazione una piena tutela della riservatezza.

La firma del “Protocollo a tutela delle donne e contro ogni forma di discriminazione” da parte del gruppo Bonfiglioli, conferma la ferma scelta di tutelare il pieno rispetto della persona come elemento distintivo e di crescita aziendale e sociale, atto ad abolire un mindset culturale che non può far parte di un popolo civile: perché prima di lavorare sulla “mentalità artificiale” si deve lavorare su quella umana.