Dozza centro
(©archivio Touring Club Italiano)

Nessun incremento fiscale e più risorse nel sociale

Il bilancio di previsione 2024 del municipio di Dozza conferma, e in certi casi rafforza, le politiche virtuose che hanno delineato l’ascesa della comunità nell’ultimo decennio. Il tutto incastonato, però, in un quadriennio problematico e impegnativo, contraddistinto da pandemia, inflazione, rincari energetici ed alluvione, che ha messo a dura prova la tenuta economica e sociale globale. Un documento che la giunta guidata dal sindaco Luca Albertazzi presenterà alla cittadinanza il 16 dicembre, alle ore 10.30, durante un incontro pubblico in Sala Martelli a Toscanella.

Il terzo settore, focalizzato ad intercettare le rinnovate esigenze della collettività, beneficerà di un’ulteriore spinta in termini di auto-mutuo aiuto, sostegno e conoscenza reciproca. Con il fiore all’occhiello, veicolato alla dedizione quotidiana di decine di volontari, del percorso ‘Dozza con Te’. Una co-progettazione, sull’asse pubblico-associazionistico, che è diventata il fulcro dell’operatività dozzese verso il prossimo. Il modo migliore per rendere più forte, resiliente e consapevole la popolazione.

Un filone che ha portato in dote all’ente di via XX Settembre pure il titolo di ‘Ambasciatore delle Eccellenze Italiane 2023’. Confermato il bonus ‘A piccoli passi’ per supportare le famiglie con figli a carico. Nessun tipo di aumento per le rette scolastiche (trasporto, refezione, asilo nido) nonostante la crescita del costo dei servizi arginata attraverso risorse comunali. Confermato l’impegno a favore dei servizi sociosanitari e sociali (oltre 170mila euro), dove si registra un deciso incremento della liquidità messa a disposizione per l’assistenza dei minori in condizione di disabilità, e le elargizioni per aiutare le famiglie in difficoltà nel pagamento dei canoni d’affitto (più di 13mila euro).

Capitolo azioni di ripristino post alluvione. Le principali frane del territorio saranno oggetto di interventi risolutivi, coordinati con la struttura commissariale, con l’intento di risolvere definitivamente i problemi strutturali e complessi che la calamità ha messo in luce. Nel corso degli ultimi mesi, infatti, sono state impiegate ingenti risorse di provenienza comunale, regionale e nazionale per assistere la popolazione e garantire gli interventi di somma urgenza. Ma anche per studiare la trasformata geologia ai piedi del borgo. L’ordinanza 13/2023 del Commissario Straordinario alla ricostruzione ha sancito il finanziamento degli interventi di messa in sicurezza e ricostruzione viabile in prossimità del Rio Sabbioso (€ 154.500,00), via Sant’Anastasia (€ 768.000,00) e via Casette Molino (597.000,00). L’inizio del 2024 coinciderà, poi, con l’approvazione del nuovo Piano di Protezione Civile con la volontà di favorire la costituzione di un gruppo/associazione di volontari specializzati nel comparto in sinergia con l’Agenzia Regionale di Protezione Civile.

Altra nota lieta sul documento previsionale è l’assenza di incrementi dell’imposizione fiscale di materia comunale, un elemento di assoluta continuità negli ultimi dieci anni. Anzi, grazie all’introduzione tempestiva della tariffa puntuale dei rifiuti (ora adottata anche da altri municipi delle zone limitrofe, ndr) sono stati rilevati benefici economici evidenti per le famiglie e le aziende più virtuose.

Le politiche dedicate all’efficientamento energetico e alla tutela dell’ambiente, tra i ‘must’ dell’amministrazione guidata dal sindaco Luca Albertazzi, spaziano dall’approvazione del nuovo PUG alla sottoscrizione della convenzione per realizzare le opere di adduzione del nuovo casello autostradale che vedrà la luce nel 2027. Senza dimenticare il prossimo collocamento di una trentina di contenitori per la raccolta dei mozziconi di sigaretta.

Prosegue l’ambizioso programma di lavori pubblici. Nel 2024, infatti, si completeranno quelli di riqualificazione della Scuola ‘Toschi Cerchiari’ di Dozza e dell’ex ‘Bocciodromo Comunale’ di Toscanella per ricavarne un moderno centro polifunzionale di carattere sociale, ricreativo e sportivo. In parallelo, pronto il via al cantiere per ammodernare l’area sportiva all’aperto di Toscanella in via Pietro Nenni. Per quanto riguarda la Rocca, invece, è già in corso d’opera il restauro del Salone Maggiore come prezioso elemento di recupero del patrimonio storico. Ma si insisterà pure sul restyling dell’adiacente parco previsto nel piano degli investimenti e finanziato da contributi di origine regionale (ATUSS). Riqualificazione e messa in sicurezza stradale anche in via Monte del Re e via Longo.

Nelle prossime settimane, inoltre, si assisterà all’esternalizzazione della gestione dei cimiteri di Dozza e Toscanella alla società in house Solaris Srl per ammodernarne la gestione, stimolare una più rapida ed efficace presa in carico delle manutenzioni e degli investimenti, installare nuovi ossari e realizzare un’area per lo spargimento delle ceneri.

Pollice in alto per la nuova gestione del servizio di illuminazione pubblica targato Aldrovandi Srl proiettata, tramite la sostituzione dei dispositivi e impianti obsoleti con elementi più moderni e performanti, alla sensibile riduzione dei consumi e alla miglioria del colpo d’occhio visivo notturno del borgo. Stessa cosa per gli ambienti del municipio che, sfruttando risorse arrivate dal Pnrr, sono oggetto di un’articolata programmazione di efficientamento. Con la novità della predisposizione di un progetto di fattibilità tecnico-economica di rigenerazione urbana e autonomia energetica del ‘Centro Polivalente Comunale’ di Toscanella. Occhio di riguardo anche per la promozione della costituzione di Comunità solari e Comunità Energetiche Rinnovabili e massima attenzione alle eventuali opportunità di finanziamento per l’edilizia scolastica per completare il corposo piano di miglioria degli edifici scolastici (scuola media di secondo grado ‘A. Moro’, scuola primaria ‘Pulicari’, nido comunale ‘A. Fresu’) con ampia disponibilità dell’ente a cofinanziare le lavorazioni.