Bologna 112
(Ufficio Stampa Carabinieri)

Il giovane, arrestato per furto aggravato, avrebbe danneggiato circa 30 vetture

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bologna, nel corso della notte del 13 dicembre hanno arrestato un 19enne di origine straniera, residente in provincia, celibe, disoccupato, pregiudicato, accusato del reato di furto aggravato continuato.

I fatti risalgono alle 00:30 circa quando i Carabinieri della Centrale operativa di Bologna hanno ricevuto una segnalazione sul numero di emergenza 112 da parte di un residente, che segnalava la presenza di un uomo che stava danneggiando i vetri di alcune autovetture parcheggiate lungo via del Lavoro (quartiere San Donato-San Vitale) e, dopo essersi introdotto nell’abitacolo, rovistava al suo interno.

I militari del Nucleo Radiomobile hanno prontamente raggiunto la zona segnalata e, all’incrocio con via Sebastiano Serlio, hanno visto lampeggiare le frecce di emergenza di un’autovettura in sosta e, contestualmente, hanno udito l’allarme sonoro di un antifurto provenire da un’autovettura parcheggiata sugli stalli del vicino supermercato.

Alla vista delle autoradio l’uomo si è dato frettolosamente alla fuga, correndo dapprima lungo il piazzale del parcheggio per poi provare a nascondersi dietro ad alcuni bidoni. I militari, che nel frattempo non l’hanno mai perso di vista, sono riusciti a raggiungerlo e ad immobilizzarlo.

Sottoposto a perquisizione, il 19enne è stato trovato in possesso di un grande quantitativo di materiale, occultato nelle tasche nel giubbino. Infine, l’uomo è stato trovato in possesso anche di un arnese rompivetro, una pinza in metallo, due torce, 3 telecomandi presumibilmente utilizzati per l’apertura di cancelli automatici, una chiave di autovettura, una carta di circolazione, un tagliando per invalidi, 7 telepass, 8 paia di occhiali con le relative custodie, carte magnetiche, 1 iPod marca Apple, 1 Dash Cam e una pochette da donna contenente al suo interno orecchini e anelli.

Complessivamente, all’esito di più approfonditi accertamenti condotti anche con la collaborazione del personale della Polizia di Stato, i militari hanno rilevato il danneggiamento e furto di circa 30 autovetture.

La refurtiva è stata recuperata e attualmente è custodita presso gli uffici del Nucleo Radiomobile di Bologna (caserma L.Varanini – via Agucchi 118), in attesa di essere restituita ai legittimi proprietari. Il 19enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, è stato arrestato e tradotto in camera di sicurezza. L’arresto è stato convalidato nel corso del processo con rito per direttissima ed il giovane, rimesso in libertà, è stato gravato dall’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.