Logo Nuovo Circondario Imolese

Le domande dei cittadini dovranno pervenire entro il 27 gennaio 2024

La Polizia Locale del Nuovo Circondario Imolese ha emanato un avviso per la raccolta di candidature a svolgere l’attività di Assistente Civico Locale.

Gli assistenti civici sono cittadini volontari che svolgono attività di presidio del territorio in ambiti predeterminati. L’attività degli Assistenti Civici volontari è un servizio di utilità sociale svolto in forma occasionale e gratuita, aggiuntivo e non sostitutivo di quello ordinariamente svolto dalla Polizia Locale. La collaborazione dei volontari non assume in alcun caso le caratteristiche del lavoro subordinato, né può essere associata ad alcun obbligo di prestazione lavorativa nei confronti dell’Amministrazione Comunale.

Ad oggi gli assistenti civici attivi sul territorio sono circa 25 concentrati fra Imola (una decina), Medicina (una decina) e Vallata del Santerno, in particolare Casalfiumanese (una mezza decina). 

Gli ambiti di attività nei quali saranno coinvolti gli Assistenti Civici per il territorio del Nuovo Circondario riguardano:

  • presenza davanti alle aree scolastiche, anche al fine di accompagnare gli allievi in percorsi ciclo/pedonali sicuri, nel tragitto casa-scuola
  • presenza all’interno delle aree verdi e nei parchi e giardini pubblici
  • attiva osservazione sul corretto utilizzo delle attrezzature pubbliche
  • funzione di presidio qualificato per segnalare eventuali situazioni problematiche inerenti la manutenzione sul territorio
  • presenza ai mercati e in occasione di manifestazioni pubbliche (gare sportive, fiere, sagre, spettacoli vari, iniziative culturali, ecc.)
  • presenza nei centri storici cittadini per promuovere il senso civico nella cittadinanza, prevenire fenomeni di degrado
  • presenza in zone e momenti di affollamento ove fornire suggerimenti ed operare per migliorare la percezione di sicurezza

I volontari che aspirano a diventare Assistenti Civici, devono avere un’età superiore ad anni 18, essere residenti sul territorio nazionale, non avere avuto condanne a pena detentiva per delitto non colposo o sottoposizione a misure di prevenzione od espulsione dalle forze armate o dalle forze di polizia nazionali, ovvero destituzione o licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo da pubblici uffici.

Le candidature vanno presentate entro le ore 12:00 di sabato 27 gennaio 2024,utilizzando il modello predisposto e disponibile presso il sito del Nuovo Circondario Imolese (www.nuovocircondarioimolese.it) in homepage e nella sezione avvisi. La candidatura va corredata di fotocopia fronte e retro di documento di identità in corso di validità e del modulo sottoscritto riguardante il consenso al trattamento dei dati personali.

Le domande compilate potranno essere inoltrate tramite pec a pm@pec.nuovocircondarioimolese.it o di persona presso l’Ufficio Segreteria e Contabilità del Comando di Polizia Locale (via Pirandello 12, a Imola).

Alla scadenza dell’avviso volontari candidati in possesso dei requisiti previsti, parteciperanno al corso di formazione della durata minima di 20 ore, al termine del quale gli stessi saranno nominati “Assistenti Civici di Polizia Locale”.

Per il Presidente del Nuovo Circondario Imolese, Marco Panieri: “L’avviso per raccogliere adesioni a divenire Assistenti Civici si inserisce nell’ambito delle politiche volte a valorizzare il ruolo dei cittadini nel prendersi cura della propria comunità. L’iniziativa risponde all’esigenza di promuovere azioni di “cittadinanza attiva”, finalizzate alla cura del proprio ambiente di vita e quindi anche al miglioramento della sicurezza urbana, attraverso una forte azione di prevenzione nei confronti di comportamenti incivili e di malcostume. Auspico che ad Imola e sul territorio del Nuovo Circondario possano arrivare molte adesioni per rafforzare il senso di comunità e per promuovere comportamenti virtuosi senza togliere il prezioso ruolo nell’ambito della sicurezza pubblica svolto dalle Forze dell’Ordine e dalla Polizia Locale”.

Secondo il Comandante della Polizia Locale, Daniele Brighi: “Abbiamo pensato di avviare un percorso per raccogliere l’adesione da parte dei cittadini a divenire Assistenti Civici funzionale a coadiuvare e non a sostituire alcune attività del Corpo. Oggi il Corpo Unico di Polizia Locale opera su un territorio di 9 Comuni per oltre 100.000 abitanti. Un territorio vasto con tante esigenze a cui vogliamo dare risposte. L’auspicio è che possano aderire molte cittadine e cittadini al fine di poter valorizzare l’apporto dei volontari nei singoli Comuni di provenienza. Al termine dell’avviso investiremo, come previsto dalla normativa, in un percorso di formazione al termine del quale i volontari saranno nominati Assistenti Civici. Il Nuovo Circondario si farà carico della copertura assicurativa sia per la responsabilità civile dei danni arrecati a terzi che per gli infortuni subiti durante l’esercizio delle funzioni di Assistente Civico”.