Imola fontana Palazzo Tozzoni
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

Grazie al bando “I luoghi del cuore”, il progetto di restauro della fontana riceverà 6.500 euro da Fondo per l’Ambiente Italiano e Intesa Sanpaolo

L’acqua tornerà finalmente a zampillare nella fontana al centro del cortile di Palazzo Tozzoni: il recupero e la rimessa in funzione della vasca settecentesca è, infatti, tra i 23 progetti finanziati nell’ambito del censimento “I luoghi del cuore”, giunto all’XI° edizione, promosso dal F.A.I. Fondo per l’Ambiente Italiano.

Grazie all’impegno dell’Amministrazione comunale, delle scuole imolesi e della delegazione FAI di Bologna, alla quale fa riferimento il Gruppo Fai Imola-Dozza-Valle del Santerno, erano stati raccolti nel 2022 ben 3.905 voti che hanno permesso di presentare la candidatura del restauro della fontana al bando FAI 2023: il progetto imolese si è posizionato tra i 23 migliori a livello nazionale, ottenendo così un contributo economico di 6.500 euro messo a disposizione da Intesa Sanpaolo.

Ora sarà possibile avviare il recupero della fontana, ricostruita nel 1792 come ammodernando di una precedente vasca più semplice. Il suo restauro permetterà di aggiungere al palazzo un elemento fondamentale della sua storia e ai visitatori di godere del cortile così come era stato progettato per volere dei conti Tozzoni.

“E’ un risultato importante quello ottenuto dalla fontana di Palazzo Tozzoni – commenta l’assessore alla Cultura, Giacomo Gambi, frutto dell’impegno dell’Amministrazione comunale, delle scuole imolesi e della delegazione FAI di Bologna, alla quale fa riferimento il Gruppo Fai Imola-Dozza-Valle del Santerno. Il periodo di raccolta delle firme è stato utile anche per ampliare la conoscenza rispetto alla storia del palazzo e della fontana. Un legame virtuoso tra istituzioni e associazioni senza il quale non sarebbe stato possibile raggiungere questo risultato. 3905 volte grazie a chi ha votato la fontana come luogo del cuore e al FAI per questa straordinaria opportunità”.

La fontana del cortile di Palazzo Tozzoni, splendida casa museo nel cuore della città, è stata ricostruita nel 1792, ammodernando una vasca più semplice che preesisteva. Nella fontana “a vasca” confluiva un ramo del Canale dei Mulini, sul quale i conti Tozzoni vantavano un privilegio di utilizzo. La fontana aveva una funzione di raccolta dell’acqua ed era collegata ad una cisterna a pozzo e alle cantine, grazie ad un sapiente lavoro sulle condutture, dove l’acqua era elemento fondamentale per trattare la vinificazione del mosto che arrivava dai poderi di proprietà della famiglia.

Attualmente la fontana non ha la possibilità di essere riempita per problemi di infiltrazione e anche la muratura richiederebbe un restauro manutentivo per poter recuperare la sua bellezza settecentesca, cosa che arricchirebbe il cortile e ripristinerebbe, grazie alla presenza viva dell’acqua, il senso di piacevolezza di un cortile vissuto com’era quello di Palazzo Tozzoni.

Palazzo Tozzoni (via Garibaldi 18 e viale Rivalta 93) e la sua fontana sono visitabili nei seguenti giorni ed orari: giovedì e venerdì dalle 15 alle 19; sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Per informazioni: www.imolamusei.it