CSP formella Enrica Calabresi
(©Ufficio Stampa Comune Castel San Pietro)

Danni anche al pannello del percorso Brigata Maiella

Il sindaco Fausto Tinti annuncia che purtroppo sono stati danneggiati il pannello del percorso Brigata Maiella e la formella di terracotta dedicata a Enrica Calabresi realizzata da Gianni Buonfiglioli.

“Condanno con fermezza questi atti vili ed indegni – afferma il sindaco Tinti – Rispondiamo a questi gesti con la forza della nostra storia e della nostra libertà conquistata, ricordando che Castel San Pietro Terme, città democratica e antifascista, deve la sua libertà a chi ha combattuto perché il nazifascismo venisse sconfitto. Castel San Pietro Terme non dimentica, conosce l’orrore del fascismo, della guerra nazifascista, della Shoah: Enrica Calabresi, zoologa e docente di Entomologia agraria, cacciata dall’Università perché ebrea, si uccide, avvelenandosi, prima di essere deportata ad Auschwitz“.

Prosegue Tinti: “Il dovere della memoria ci impone di combattere contro ogni forma di negazione della storia, promuovendo occasioni di riflessione sul passato e della democrazia, rivolta a tutti, soprattutto alle nuove generazioni. Allo stesso tempo,  dobbiamo saper vedere ciò che si muove nel presente e che ricorda i fantasmi del peggiore passato con l’obiettivo di combattere a viso aperto senza tentennamenti contro ogni forma di atto che mina le fondamenta del nostro vivere civile, quindi combattere contro l’antisemitismo, il razzismo e contro ogni forma di discriminazione“.

“Per questo motivo, mi impegno da subito affinché venga promossa in questi giorni una giornata rivolta a tutti, alle giovani generazioni in particolare, di conoscenza di ciò che è stato danneggiato. Mi piacerebbe anche, e sarebbe importante, che Gianni Buonfiglioli realizzasse a scuola la terracotta per ricordare Enrica Calabresi, perchè è proprio all’interno della scuola che si formano cittadini consapevoli del proprio presente e, dunque, preparati ad affrontare il futuro, costruendolo su principi di democrazia e giustizia” – conclude il sindaco.