Donna vittima di violenza
(Archivio Ufficio Stampa Carabinieri)

Dal 15 gennaio, nelle strade e nelle piazze dell’’Emilia-Romagna si leggerà questa frase  

Si tratta del primo manifesto della campagna di comunicazione della Regione nata per contrastare la violenza psicologica agita dagli uomini contro le donne, campagna che durerà per tutto il 2024. L’iniziativa, infatti, conta dodici manifesti contenenti altrettanti frasi violente, lo slogan ‘Se te lo dice è VIOLENZA’ e l’invito a rivolgersi ai Centri antiviolenza attivi sul territorio regionale.

“Non è vero che la violenza psicologica è invisibile, si vede benissimo e ha parole ben precise– sottolineano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessora alle Pari opportunità, Barbara Lori-. È fatta di frasi che sono come schiaffi, dette da uomini che vogliono umiliare, isolare, disorientare, minare l’autostima delle donne. Sono campanelli d’allarme da riconoscere e fermare subito”.

“Purtroppo, le parole di questa campagna sono tutte vere– proseguono-. Troppe donne se le sentono dire, certe volte anche pensando di meritarle o che siano normali, quando non è certo così e fanno male come schiaffi. Ecco, noi lo diciamo apertamente: non sono per niente normali, anzi, sono violenza psicologica vera e propria. Con questa campagna diciamo alle donne che non sono sole, e che possono uscire dai maltrattamenti rivolgendosi ai centri antiviolenza attivi su tutto il territorio regionale”.

La campagna nelle città dell’Emilia-Romagna

I 12 manifesti saranno affissi da gennaio a dicembre 2024 nei tabelloni pubblicitari dei Comuni con popolazione superiore a 30mila abitanti: Bologna, Ferrara, Forlì, Cesena, Modena, Parma, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Piacenza, Carpi (Mo), Imola (Bo), Faenza (Ra), Sassuolo (Mo) – Casalecchio di Reno (Bo), Cento (Fe), Riccione (Rn), Formigine (Mo), Castelfranco Emilia (Mo), San Lazzaro di Savena (Bo), Lugo (Ra), Valsamoggia (Bo)

La campagna e i manifesti a questo link