Carabiniere stazione Castiglione dei Pepoli con spray urticante
(©Ufficio Stampa Carabinieri)

Il ragazzino si è scusato per il gesto consegnando lo spray che è stato sequestrato dai Carabinieri

Nella tarda mattinata del 9 gennaio, i Carabinieri della Stazione di Castiglione dei Pepoli sono intervenuti in una scuola situata in Provincia di Bologna su richiesta dei sanitari del 118 che stavano prestando soccorso a sei studenti e una collaboratrice scolastica, lievemente irritati dal contatto e dalla respirazione di una sostanza urticante nell’aria.

Ricostruendo l’accaduto, i Carabinieri hanno scoperto che durante una lezione, uno studente minorenne aveva attivato uno spray urticante di difesa personale al peperoncino su un quaderno, evidentemente senza rendersi conto che la sostanza spruzzata in un’area circoscritta, avrebbe raggiunto anche i suoi compagni di banco.

Alle cure mediche dei sanitari si è sottoposto anche il presunto autore che si è scusato per il gesto e ha consegnato lo spray a un collaboratore del dirigente scolastico che per ultimo l’ha affidato ai Carabinieri che hanno sequestrato l’oggetto.

Il minorenne sospettato di aver attivato lo spray è stato segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna ai sensi della LEGGE 18 aprile 1975, n. 110, Art. 4: Porto di armi od oggetti atti ad offendere.