CC Bologna volante
(©Ufficio Stampa Carabinieri)

Due uomini sono stati denunciati dai Carabinieri per porto abusivo di armi e detenzione di sostanze stupefacenti

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di San Lazzaro di Savena hanno deferito all’Autorità giudiziaria due stranieri, un 38enne, divorziato, disoccupato e un 25enne, celibe, disoccupato senza fissa dimora, entrambi già noti alle forze dell’ordine, per detenzione di sostanze stupefacenti e porto abusivo di armi.

L’attività che ha portato alla denuncia dei due uomini, si è svolta durante la serata del 14 gennaio a eseguito di un ordinario controllo alla circolazione stradale effettuato sulla via Caselle nel Comune di San Lazzaro di Savena. I Carabinieri verso le ore 22.55 circa, impegnati di un ordinario servizio perlustrativo serale, hanno notato una Volkswagen di colore grigio con a bordo 2 individui di sesso maschile.

Al momento del controllo documentale, i militari hanno notato un ingiustificato stato di agitazione e sofferenza da parte degli occupanti, poi perquisiti. All’interno della tasca sinistra della giacca del 38enne, i militari hanno rinvenuto un coltello a serramanico con manico di colore bordeaux, mentre sotto il volante sono stati trovati due coltelli delle medesime caratteristiche del primo.

Proseguendo la perquisizione, i carabinieri hanno trovato, all’interno dello sportello lato passeggero, un ulteriore coltello a serramanico celato sotto il tappetino posteriore destro ed un seghetto, tutti di proprietà del 38enne.

Inoltre, nella tasca posteriore dei suoi jeans, è stata trovata della sostanza stupefacente del tipo cocaina di 2 grammi circa. Il 38enne è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per porto abusivo di armi e detezione di sostanze stupefacenti.

Nella circostanza, i militari hanno rinvenuto un involucro contenete della sostanza stupefacente del tipo cocaina di 0,1 grammi circa, nascosta dietro la cover del telefono cellulare in uso al 25enne. Da ulteriori accertamenti fatti sul conto del 25enne, è emerso che lo stesso è risultato irregolare sul Territorio Italiano, e per tale motivo sono state avviate le procedure per il rimpatrio.

Il 25enne è stato anche deferito all’Autorità Giudiziaria per detenzione di sostanze stupefacenti. La sostanza stupefacente, i coltelli ed il seghetto sono stati tutti sequestrati.