Mappa bus notti bianche Bologna
(©Ufficio Stampa Comune Bologna)

Si comincia la notte tra 3 e 4 febbraio in occasione di ART CITY White Night

Grazie ad un accordo tra Comune, Tper e Agenzia per la mobilità SRM, la prima notte tra sabato e domenica di ogni mese, il servizio di bus sulle linee notturne N di Bologna sarà fruibile gratuitamente.

Si parte la notte tra il 3 e 4 febbraio in occasione di ART CITY White Night, la notte bianca dell’arte che richiama in città appassionati di arte contemporanea da tutto il mondo.

La misura ha l’obiettivo di far conoscere meglio il servizio costituito dalle 7 linee notturne N che da un anno collegano capillarmente le varie zone della città, e la nuova linea N8 che inaugurerà a marzo, e vuole incentivare la mobilità sostenibile e promuovere un maggiore policentrismo dei luoghi della notte.

L’iniziativa è stata sperimentata con successo nelle notti di Halloween e Capodanno, tanto da convincere l’Amministrazione comunale a renderla strutturale per l’anno 2024 (oltre alla notte tra il primo sabato e domenica di ogni mese, la misura è confermata anche per i festivi 1 novembre 2024 e 1 gennaio 2025).

L’iniziativa si colloca nel percorso del Piano della notte, lo strumento di cui il Comune di Bologna, primo in Italia, ha deciso di dotarsi per affrontare le sfide di città sempre più ‘h24’ e gestire la vita notturna integrando gli aspetti culturale, sociale, economico, di vivibilità e sicurezza con l’obiettivo di trovare un giusto bilanciamento tra interessi e diritti di tutte e tutti.

“La risposta molto positiva che abbiamo avuto durante le sperimentazioni di Halloween e Capodanno – è il commento della vicesindaca Emily Clancyè il segnale che stiamo percorrendo la strada giusta per una Bologna di notte sempre più connessa attraverso il nostro trasporto pubblico locale. Abbiamo quindi deciso di replicare l’iniziativa rendendo gratuite le linee notturne una notte al mese per continuare nell’implementazione del Piano per l’Economia della Notte e rendere sempre più strutturale l’abitudine a muoversi di notte con i mezzi pubblici. Questa iniziativa, non solo promuove la mobilità sostenibile e valorizza le linee notturne, ma incarna la nostra visione di una città più connessa, sicura e sempre più policentrica.”